Cerca

Di Pietro attacca Berlusconi:

fa un lavoro da magnaccia

Di Pietro attacca Berlusconi:
Dal suo Molise, Antonio Di Pietro torna alla carica contro il governo Berlusconi, cavalcando l’onda delle polemiche sulle ultime intercettazioni che riguardano il presidente del Consiglio e Agostino Saccà. L’occasione propizia è il congresso programmatico dell’Italia dei valori, che dopo le elezioni ha adottato una linea diversa da quella del Partito democratico, preferendo lo scontro politico al dialogo con la maggioranza. “Le intercettazioni che loro vogliono limitare ci fanno vedere un capo del governo che fa un lavoro più da magnaccia, impegnato a piazzare le veline che parlavano troppo”, ha dichiarato Di Pietro che non si è fermato e ha aggiunto che “Berlusconi sta utilizzando tutto questo tempo in parlamento per farsi le leggi che servono a lui, soprattutto una legge che gli permette di non essere più processato, fosse manco il Padreterno”, riferendosi al lodo Schifani.
Immediatamente sono scattate le repliche degli esponenti del centrodestra. Il primo è stato il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi che ha duramente attaccato l’ex magistrato ed il suo partito: “Il fatto più paradossale ma al tempo stesso illuminante dei nodi irrisolti, culturali prima ancora che politici, della vita politica italiana è rappresentato da un movimento autenticamente reazionario come quello di Antonio Di Pietro”. Nella polemica è intervenuto anche Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia: “Se Di Pietro indagasse su Di Pietro, se cioè qualcuno indagasse su di lui con metodi alla Di Pietro, l'ex pm e il suo partito sarebbero politicamente travolti”. Il portavoce di Berlusconi, nonché Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti ha definito "rozzo" il linguaggio di Di Pietro.
La stoccata finale però arriva da Niccolò Ghedini, deputato del PdL e avvocato del Cavaliere: "Verranno espedite tutte le giudiziarie conseguenti". Querele in arrivo per l'ex pm che ai giornalisti che lo attendevano per la conferenza stampa ha chiesto di fare in fretta: "Sto trebbiando dalle 6 di questa mattina e devo ancora finire".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grazia356

    05 Gennaio 2010 - 21:09

    Salve GiampaoloD, bentornato...tanto di capello per le tue conoscenze d'informatica. Nel settore mi ritengo una semianalfabeta perciò condivido l'opinione di chi trova un po' complicata l'organizzazione dei vari argomenti e i relativi commenti.Comunque confidiamo in una semplificazione del tutto. A presto.

    Report

    Rispondi

  • giampaolod

    01 Luglio 2008 - 20:08

    Lungi da me il voler essere polemico con "Libero"; che Dio me ne scampi. Però, a dire il vero mi pongo una domanda ulteriore relativa a "questa nuova Sede": Il Progettista del Sito, non riterrebbe forse cosa leggermente più intelligente che nome dello Scrivente e relativo post NON fossero separati da una riga senza senso? Visualizzando una pagina nel suo intero, la confusione è inevitabile. Capisco l'entusiasmo per la grande novità, tuttavìa permettetemi il consiglio di fermare il tutto per un po': giusto il tempo di computàre le assurdità, i bachi, gli errori, le incompatibilità e quant'altro, oltreché naturalmente porvi rimedio. Strigliate Chi di dovere, sul serio: a tutèla sia della Vs.immagine che della nota oltreché apprezzata credibilità. Con immutata stima. GiampaoloD

    Report

    Rispondi

  • giampaolod

    01 Luglio 2008 - 11:11

    Il consiglio che posso fornire a Lapolide, oltreché a Tutti quanti abbiano difficoltà con questo nuovo Sito, è il seguente: Una volta focalizzato l'argomento che volete commentare, aggiungete la pagina ai "preferiti" (o segnalibri). Di seguito, effettuate il log in, e richiamate la pagina stessa per inserire il commento. Alla Redazione, invece, darei un altro consiglio: armateVi di bastone ed usatelo contro Chi abbia progettato questo Sito. I "bachi" sono davvero troppi, e circa le incompatibilità con i browser siamo a livelli spaventosi... Visto che comunque tutto ciò Vi costerà una fortuna, fateVi valere. E' impensabile che un Fornitore possa credere di poter consegnare un lavoro in queste condizioni. Scusatemi Tutti, ma io dico ciò che penso. GiampaoloD

    Report

    Rispondi

  • giampaolod

    01 Luglio 2008 - 11:11

    Per quanto abituati al basso profilo della politica, mai si era scesi ad un tale livello così liberamente manifestato e senza vergogna alcuna. Volgarità e dozzinalità di questo figuro non hanno limiti, così come l'incapacità nel tenere a freno le "primitive" pulsioni aggressive. Credo che Chiunque dovrebbe tenerselo ben distante. Tutti; a cominciare dagli alleati che ne sono in sudditanza.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog