Cerca

"Siamo tutti antifascisti"

Scontri ai cortei studenteschi

"Siamo tutti antifascisti"
Universitari in corteo per dire "siamo tutti antifascisti". Che cosa c'entri con i tagli all'università non lo capisce nessuno. Ogni occasione ormai è buona per buttarla in politica e per tirare quattro ceffoni alle forze dell'ordine. Il corteo degli universitari, a Roma, è degenerato: tra i manifestanti e le forze dell'ordine «c'è stato un contatto» per evitare il blocco della circolazione ferroviaria nella stazione Ostiense. Un ragazzo è in ospedale, vari contusi tra i poliziotti. La città è paralizzata.

A Firenze, oggi pomeriggio gli studenti universitari e i medi compieranno alcune azioni dimostrative, avverte l'Unione degli studenti: "Questo movimento non si ferma e scenderà ancora in piazza il 14 novembre, in occasione dello sciopero generale dell'Università e della Ricerca; il messaggio che gli studenti stanno mandando al ministro dell'Istruzione Gelmini e a tutto il Governo è chiaro e preciso: la legge 169 e la 133 devono essere ritirate immediatamente, per il libero accesso ai saperi, per tutti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rispetto

    10 Novembre 2008 - 12:12

    Signori, invece di disquisire sulle categorie ideologiche, io mi fermerei ad un FATTO molto più terra terra. Se qualcuno se lo è dimenticato vale la pena di ricordare che qualche giorno prima della manifestazione oggetto dell'articolo un'altra manifestazione è stata oggetto di violente provocazioni fatte da rispettabili signori armati di mazza tricolore! Con i quali la polizia ha avuto un atteggiamento ben più tollerante di quello che riserva aglia altri manifestanti, mentre i signori che si richiamano al fascismo, distribuivano mazzate anche sui ragazzini (rileggetevi gli articoli di tutta la stampa in argomento). Vi basta per poter comprendere, se non giustificare il nesso dello striscione siamo tutti anti-fascisti con le manifestazioni studentesche?

    Report

    Rispondi

  • giordinkio

    10 Novembre 2008 - 12:12

    "Siamo tutti anticomunisti"

    Report

    Rispondi

  • antari

    09 Novembre 2008 - 12:12

    Io credo che scrivere 'siamo tutti anti fascisti' non equivalga a dire 'siamo tutti idioti'; ben venga, inoltre, chi si dichiara anti-comunista: non posso che essergli solidale! La persona intelligente non può (non dovrebbe) prescindere dall'essere obiettiva ed onesta, condannando il male insito in ogni estremismo; invece chi non può prescindere dal risultato finale, pensando esclusivamente al proprio tornaconto, probabilmente costui e' "opportunista" (lo conferma il DeMauro, e' consultabile online :)

    Report

    Rispondi

  • spalella

    08 Novembre 2008 - 13:01

    Scrivere 'siamo tutti anti fascisti', equivale a dire 'siamo tutti idioti', e non perchè essere fascisti possa essere considerato meritevole o sopportabile, ma solo perchè non si può essere intelligenti a metà. La persona intelligente non può prescindere dal risultato finale, ed in questo caso l'obiettivo, l'unico e valido, è dichiararsi 'anche' anticomunisti. Ciò che il comunismo ci ha mostrato infatti è stato solo diverse centinaia di milioni di morti. Per la maggior parte, 'morti di fame' ed anche un certo nr di milioni di morti 'veri', per ideologia. Ovvio quindi 'accomunarlo' a tutte le esperienze negative e deleterie del genere umano. Da quì, per me, la patente di idiota a chi vede solo un pezzetto della vita...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog