Cerca

Vigilanza Rai, l'Idv lascia

Villari: farò il mio dovere

Vigilanza Rai, l'Idv lascia
Il senatore del Pd Riccardo Villari, neo-presidente della Commissione di Vigilanza, continua ad essere una vera spina nel fianco per Veltroni & Co. Ora anche l'Italia dei Valori ha deciso di abbandonare la Vilinaza della Rai. Nel corso di una conferenza stampa alla Camera Leoluca Orlando e Francesco Pardi hanno infatti annunciato  le loro dimissioni: "Nonostante il distacco manifestato dal presidente del Consiglio", ha affermato Orlando, "egli ha pubblicamente pronunciato un veto verso di me e gli altri esponenti del mio partito. Rassegno dunque le mie dimissioni dalla Vigilanza come contributo alla denuncia di una inaccettabile mortificazione del Parlamento e della commissione di Vigilanza". Analoga la posizione di Pardi, che se la prende apertamente con Silvio Berlusconi: "La vera vigilanza è ad Arcore".
Ma tanto Vilalri quanto la maggioranza guardano avanti e non si lasciano intimorire dalle rimostranze dell'opposizione. "
La dialettica politica è una cosa ma i giudizi sulle qualità e sulla moralità delle persone sono un'altra e io non accetto di essere giudicato. Vuol dire che nel nostro partito si dovrà discutere molto su queste cose", si è infuriato il presidente della Commissione di Vigilanza. "Ho il dovere istituzionale di far funzionare la Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai", ha poi aggiunto.
Dal canto suo il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro, parla di "atto di responsabilità", commentando le dimissioni di Orlando e Pardi: "Ora deleghiamo al segretario Veltroni il compito di individuare con le altre opposizioni una soluzione condivisa, sempre se Villari si dimette".
Intanto i vertici del Pd hanno incontrato il Presidente della Repubblica. Alla riunione con Giorgio Napolitano hanno preso parte il segretario dei democratici Walter Veltroni, il vice Dario Franceschini e i capigruppo di Camera e Senato, Antonello Soro e Anna Finocchiaro. Al centro del colloquio i rapporti tra maggioranza e opposizione: le preoccupazioni del Pd riguardano l'atteggiamento del governo soprattutto sul caso Vigilanza Rai che, secondo l'opposizione, viola una norma democratica consolidata dalla prassi parlamentare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuigiFassone

    19 Novembre 2008 - 15:03

    Da uno che "mantiene" il carrozzone RAI,Canale 3 incluso, perchè paga il canone da..anta anni ( e per un Ligure,le palanche contano,eccome ! -1)E' uscito (almeno qui) di scena Leoluca Orlando,Deo Gratias ! 2)Pancho Pardi si dimette , Doppio Deo Gratias ! 3 )Adesso,chiunque andrà alla Vigilanza,sarà OK. 3)E se eleggono Zavoli,meglio,tanto vediamo come è vigile,vigilissimo,il nostro Presidente,anziano ma non vecchio,vediamo anche il nostro Premier,giovanotto di 72 anni,che ,come attivismo, se la batte con successo con i trentacinquenni. 4) Il caparbio, meglio, il "capatosta" napoletano Sen.Villari, "sarà"dimesso"? 5) Assisteremo ad un'altra puntata della "Saga del P.D."con la magnifica Anna Finocchiaro,improvvisamente divenuta "dura","rognosa", che sbatte la porta in faccia al "capatosta" ? 6 ) E meno male che la Vigilanza si è trasferita...ad Arcore 7) Ancor meglio se la RAI fosse venduta a lotti ai miglior offerenti,con Bruno Vespa,comunque e nonostante, alloggiato a Mediaset...

    Report

    Rispondi

  • GBalsamo

    18 Novembre 2008 - 18:06

    ma se tutti i programmi sono komunisti, come mai Berlusconi ha vinto le elezioni? a sto punto se sono talmente tanti ed eclatanti le vessazioni verso il sempre-innocente-a-priori Silvio avrebbe dovuto uscire sonoramente sconfitto ed invece.......ma Socci non era forse in Rai?Come mai non è rimasto?Come mai alla fine rimangono sempre quelli scomodi e inevitabilmente komunisti?mah.........

    Report

    Rispondi

  • micael44

    18 Novembre 2008 - 18:06

    Non so se la cosa è stata manovrata,ma complimenti al o ai manovratori.Un pugno sui denti così forte Veltroni e Di Pietro non l'avevano mai preso. Sono certo che,con questo clima,Villari non si dimette...e fa bene!Sono felice si siano dimessi dal cda i due IdV: pulizia generale.Sostituiamoli con altri due del PD, così tutta l'Italia capirà, se non la già capito, in quale considerazione è tenuto Di Pietro e il suo seguito.

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    18 Novembre 2008 - 18:06

    mah,non capisco perchè ci tiene tanto l'opposizione al presidente della rai leoluca orlando piuttosto che Villari,che è comunque dell'opposizione,mentre praticamente da sempre con qualunque governo in carica delle tre reti almeno due sono in mano alla sinistra.E che sinistra perfida,che fa programmi di insulti a Berlusconi e a chi sta con lui,una vera vergogna il fatto che Berlusconi debba sempre subirla pur se ogni tanto protesta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog