Cerca

Largo ai giovani in Rai

Sergio Zavoli alla presidenza

Largo ai giovani in Rai
Vorrei iniziare con un saluto, addirittura con un appello a Sergio Zavoli. Il quale non ha ottant’anni come credono tutti, non è così giovane, ma ne ha 85, eppure sembra ieri quando si muoveva a suo agio, insieme a Lassie e ai ragazzi di padre Tobia, nell’Italia senza tempo della tivù dei ragazzi e del Giro d’Italia. Zavolone è un prodotto tipico e ormai introvabile, depositato nei musei, e nelle baite della Valsugana, un pezzo unico, non ha età come la regina degli Elfi, dalla chioma ricchissima e profumata di borotalco.
Torna tra noi Sergione, non rifiutare la proposta, fa’ il presidente della commissione di vigilanza alla Rai. Non startene più rintronato al Senato, dove sei francamente sprecato tra i vecchioni del Partito democratico. È il tuo anno. Imperversa la crisi del millennio, e non c’è niente di più adatto al nostro stato d’animo della tua malinconia, in fondo piena di tepore, di caminetto, di lepre in salmì. È buona cosa ti abbiano levato dal deposito dei salmoni affumicati e che tu possa esercitare il tuo ruolo magistrale di monumento alla lingua italiana, anche se un po’ salmistrata. Perché te n’eri fuggito lontano dalla Rai?
Qui si chiude l’appello a Zavoli.

Renato Farina su Libero di mercoledì

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    20 Novembre 2008 - 17:05

    Un presidente della repubblica ultra ottantenne, un Presidente del Consiglio (sfuggito all'ottimo Farina) ultra settantenne, ora anche un presidente della commissione di vigilanza ultra ottantenne. Viva la "giovane" Italia.

    Report

    Rispondi

  • curatola

    19 Novembre 2008 - 19:07

    la telenovela non finisce qui. sarà dura convincere Villari a cedere il posto ad un 85enne. Non posso dargli torto. Inoltre é troppo divertente assistere a questa guerra interna al pd che Silvio ha tutto l'interesse a prolungare il più possibile. Così anche gli incerti abbandoneranno definitivamente un partito di sbandati in eterno conflitto mentre il paese arranca.

    Report

    Rispondi

  • luckystrike

    19 Novembre 2008 - 17:05

    Avrei preferito sentirti cantare il de profundis per la RAI!!!!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    19 Novembre 2008 - 16:04

    Zavoli mi è sempre piaciuto, specie quando conduceva il processo alla tappa, di non ricordo quale giro d'Italia. Un frasario affascinante, un eloquoio forbito e colto, insomma una preparazione ed una cultura d'altri tempi, di quando la scuola ed il giornalismo erano una cosa seria. E le sue capacità le ha dimostrate in tante occasioni,scrivendo sui giornali, scrivendo libri e conducendo trasmissioni culturali di un certo spessore. E' stato anche dirigente RAI, mi sembra direttore o presidente? Non importa che abbia 85 anni, l'importante è che possieda un cervello e per di più sano, senza il tarlo della follia o dell'utopia, come Orlando. Speriamo che con la sua saggezza da "vecchio" senatore, riesca a rimettere il pallino RAI al posto giusto, ricomponendo la commissione di vigilanza con gente all'altezza. La Rai si sa è un carrozzone grosso come una montagna, dove hanno trovato ristoro un gran numero di miracolati, calati là per volere del barone politico di turno. In tanti hanno fatto bingo e continuano a mungere quattrini. Direttori , vice, capi redattori, macchine di rappresentanza, trasferte e pranzi nei migliori ristoranti, missioni etc. Un bailamme di spese folli. Per non parlare dell'appannaggio dei soliti noti presentatori e giornalisti da scoop serali, tipo Sant'oro. 50 milioni da recuperare dice Specchia di Libero. Fosse solo quello, ogni anno le cose peggiorano e mai mettono giudizio da quelle parti.Basta, che andasse a farsi fottere insieme ad Alitalia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog