Cerca

Addio FI, Silvio incoronato

dal Popolo delle Libertà

Addio FI, Silvio incoronato
Il discorso d’addio finisce direttamente nelle mani di Denis Verdini, il coordinatore del partito. "Ho deciso di non leggerlo qui", spiega Silvio Berlusconi con un groppo in gola. "Stamattina l’ho riletto. Data l’età, sono facile alla commozione". Così per illustrare ai 500 delegati del consiglio nazionale la mozione che sancisce la fine dell’avventura di Forza Italia e l’avvio di quella del Popolo della Libertà, il Cavaliere tira fuori dal cassetto il discorso con cui, il 26 gennaio 1994, annunciò via etere la sua discesa in campo e la fondazione del partito che due mesi dopo avrebbe vinto le elezioni. "L’Italia è il Paese che amo...". In poco più di dieci minuti, Berlusconi lo rilegge. "A quattordici anni di distanza, di quel discorso non c’è da cambiare una sola parola, una sola virgola. Quello che volevamo nel ’94 siamo riusciti a conseguirlo: Forza Italia è stata, è e sarà il vero baluardo della democrazia e della libertà nel nostro Paese". Adesso, però, è tempo di raccogliere la sfida del PdL "così come ci hanno chiesto gli elettori. La nostra battaglia, la nostra guerra, oggi segna un passo importante. L’avventura continua".

Tommaso Montesano su Libero di sabato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allanemadapalla

    22 Novembre 2008 - 22:10

    GRAZIE pe' li saluti che contraccambio con un "Herzliche Gruessen" a tutti. Noi, meridionali e settentrionali, con al TEORIA dell'ENTROPIA abbiamo ricevuto un regalo di instimabile valore. Faremmo bene a tenerlo in gran conto, perche serve a chiarire molte cose ed a risolvere problemi in numero assai maggiore

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    22 Novembre 2008 - 19:07

    @@@ALLANEMADAPALLA@@ - Carissimo commentatore,basta accontentarsi. Per ora io mi accontento che : Il Cavaliere abbia lui,le idee ( e ce ne ha a iosa,potesse metterle in opera tutte...,quando non ne avrà più per una ragione qualsiasi,l'uomo ha dimostrato di essere piuttosto "tosto"..ne verrà fuori un altro che continuerà con la sua opera,naturalmente se gli si darà il supporto necessario),poi che si sia collegato alla Lega (che non voto,almeno finora)che produce Ministri tipo Maroni e Zaia,e ancora,terminando,un tantino meno di discussioni senza capo nè coda sui massimi sistemi mi sconfinfera alquanto... Nu saluto a tutti quanti,allà n'coppa !

    Report

    Rispondi

  • allanemadapalla

    22 Novembre 2008 - 17:05

    Atteso che l'ENTROPIA l'hannno sperimentata a più non posso i NEAPOLITANI, con "grande scuorn' " di Bassolino e della Jervolino, "venghino Siore e Siori" a vedere che cos'è la SINTROPIA. Tanto per cominciare è il contrario dell'ENTROPIA. La prima "costruisce", la seconda "distrugge"... continua

    Report

    Rispondi

  • allanemadapalla

    22 Novembre 2008 - 17:05

    Alla nostra Signora moglie che ci rimbrotta per i pezzi di carta sparsi sul pavimento risponderemo che si tratta di un esperimento scientifico come quelli fatti dall'ecologo e "verdologo" americano J: Rifkin che decenni fa ci ha avvisato che l'AUMENTO DELL'ENTROPIA EQUIVALE ALL'AUMENTO DEL "FALL OUT". Napoletanamente : "d' à monnezza"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog