Cerca

Ocse: recessione fino al 2009

La disoccupazione sale dell'8%

Ocse: recessione fino al 2009
Non sarà un futuro roseo, quello che attende, almeno nell'immediato, l'Italia e l'Europa. I Paesi appartenenti all''Ocse "sono sull'orlo di una recessione prolungata di una magnitudo che non si vedeva da inizio anno '80". A lanciare l'allarme è l'Ocse, nell'Outlook economico semestrale che rivede al ribasso le stime per il 2009 rilasciate solo 2 settimane fa. Il Pil dell'area è ora stimato a -0,4% (da -0,3%). Per l'area euro il calo previsto è -0,6% (da -0,5). Come conseguenza, prosegue, "il numero dei disoccupati potrebbe aumentare di otto milioni nei prossimi due anni". Salendo quindi a 42 milioni nel 2010 dagli attuali 34 milioni. La crisi finanziaria domina l'outlook economico, avendo contagiato un numero ancor maggiore di istituzioni e mercati, incluse le economie emergenti, che fino a poco tempo fa parevano relativamente immuni, sottolinea il rapporto. "Le incertezze che gravano sulle previsioni sono estremamente ampie. Molto dipenderà dalla rapidità con cui sarà superata la crisi finanziaria", ha sottolineato il nuovo capo-economista dell'Ocse, Klaus Schmidt-Hebbel.
Per quanto riguarda l'Italia, "la recessione, iniziata all'inizio dell'anno, è probabile che si trascini per gran parte del 2009, come in molti altri paesi dell'Ocse", rileva il rapporto": le stime del Pil dell'Ocse a fine anno parlano di un calo dello 0,4% che nel 2009 arriverà al -1% a fronte delle previsioni di crescita rispettivamente dello 0,5% e dello 0,9% del precedente Outlook di giugno. Per questo, l'Organizzazione chiede al governo italiano una attenta applicazione dei tagli previsti al pubblico impiego, in modo da contribuire a un miglioramento dell'efficienza così come a una riduzione dei costi.E prevede che il deficit di bilancio italiano torni a salire rispetto al Pil, già da quest'anno fino a sforare nel 2010 - con un 3,1% per cento - la soglia prevista dal Patto di Maastricht.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GBalsamo

    25 Novembre 2008 - 16:04

    se Vittorio dice che la crisi è una farsa non può sbagliare!!!

    Report

    Rispondi

blog