Cerca

Intercettazioni, Berlusconi

"Pensiamo a un decreto"

Intercettazioni, Berlusconi

"La situazione è grave". Tanto che Berlusconi sta pensando di accelerare i tempi e di agire per decreto. Lo dice a Napoli, e non sta parlando di rifiuti. L'emergenza insostenibile è quella delle intercettazioni. Le telefonate pubblicate da L'Espresso, in cui il premier discute con il manager Rai Agostino Saccà di veline e attrici da sistemare, è stata la goccia. "Vedremo", dice il premier a chi gli chiede lumi, ma è chiaro che c'è poco ancora su cui meditare. La norma che modifica l'attuale legislazione sulle intercettazioni, infatti, è stata approvata ieri dal Governo, ma è un disegno di legge e quindi è stato affidato al Parlamento. Alla Camera, però, e non al senato: la quale Camera è al momento oberata, al punto che l'approvazione del disegno potrebbe slittare a dopo l'estate. Troppo, per il premier.
Non comprende la fretta il Pd. «La dichiarazione di Berlusconi sulla possibilità di emettere un decreto sulle intercettazioni è grave e inaccettabile. Non è questa materia per un decreto perchè non ci sono i requisiti di necessità e urgenza», ha detto infatti il ministro ombra della Giustizia, Lanfranco Tenaglia. Si tratta, invece, per Tenaglia, di «una normativa processuale complessa e delicata che richiede un normale iter parlamentare quale quello del disegno di legge». «Del resto - conclude - lo stesso governo ha presentato un ddl per cui l'uscita estemporanea di oggi del presidente del Consiglio è incomprensibile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    02 Luglio 2008 - 17:05

    Mizzica ci stanno a controllà l'importante non mi dicono dove sta mia moglie, così non gli pago gli alimenti! Spiritoso sto Vincenzo Alias Il contadino, che non riesce a spiare nemmeno sto forum! Appena che vado alla Cia o dal Mossad, mi faccio spiegare come si fa a diventare Magistrato anche se, so solo distinguere le uova di papera? Direttore Feltri, credi che acconsentirà Petrus di regalarmi il suo trattore che con la mia pensione confiscata e aspetto da 14 anni l'aumento perchè un Giudice non decide per troppo lavoro?Forse ho capito l'inghippo non sarà perchè era una Legge di Berlusconi e per questo che non decidono

    Report

    Rispondi

    • selenikos

      13 Ottobre 2016 - 17:05

      non credo che tu sia un contadino.......i contadini ragionano meglio e, sopratutto, scrivono meglio.....

      Report

      Rispondi

blog