Cerca

Furia no global ad Atene

Allarme guerriglia in Italia

Furia no global ad Atene
Anche in Italia si soffia sul fuoco greco. Nel nome di Alexis Grigoropoulos, il 15enne ucciso da un poliziotto sabato scorso ad Atene, fervono, sui forum e sulle chatline di Internet, i preparativi di rivolta. L’appuntamento clou è per venerdì a Roma, in coincidenza con lo sciopero della Cgil e dei sindacati di base.
Il primo appello è della rete studentesca Uniriot che chiama a raccolta per il corteo del 12, scrivendo che «non abbiamo paura e che Andreas è un nostro fratello». Ad “Alexis” sarà dedicato pure il corteo studentesco che venerdì si snoderà per le strade di Milano.
Tenta di cavalcare la tigre anche la Federazione dei comunisti anarchici, con l’obiettivo di «trasformare la rabbia popolare in costruzione organizzata e dal basso dell’alternativa libertaria» e il tentativo di estendere il contagio «in Grecia come nel resto d’Europa».
Nella galassia dell’estremismo alzano la voce anche i Carc - Comitati d’Appoggio alla Resistenza per il Comunismo, che passano alla fase successiva: «Organizziamoci per abbattere questi regimi che conducono i nostri paesi alla rovina, alla miseria e alla guerra», con lo sguardo rivolto «verso una società socialista»...

Andrea Morigi su Libero di mercoledì

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giulia241

    11 Dicembre 2008 - 16:04

    Bisognerebbe menare tutti quelli che non rispettano le autorita'! Le autorita' stanno facendo il loro lavoro, mentre tutti questi protestanti stanno rompendo le scatole a tutti, compresi i normali cittadini e inoltre distruggono la citta', provocando danni che poi i CITTADINI dovranno pagare!!

    Report

    Rispondi

  • moicano

    11 Dicembre 2008 - 15:03

    A quanto pare di deficienti ce ne sono in abbondanza anche all'estero. Non so se questo è una consolazione o un motivo di ulteriore sconforto.

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    10 Dicembre 2008 - 12:12

    di sinistra o di destra quella razza li bisogna fermarla.primo la polizia deve stare ferma deve stare a guardare e le tv devono essere tutte li. in diretta devono riprendere tuto ma tutto dico tutto. imporre l'assoluta passivita' delle forze dell'ordine. vediamo a fine manifestazione cosa e' succedsso. se solo un vetro e' stato rotto dfico soltanto un vetro la prossima manifestazione la si fa andare direttamente dentro ad uno stadio ed una volta li dentro botte da orbi a tuttu grandi, vecchi, piccoli bambini e hiunque sia parte di quei gruppi senza arte ne parte. poi incatenarli pubblicamente. togliergli i passamontagna, visto che non hanno il coraggio di mostrare il grugno, e poi al pubblico ludibrio per un mese. pane ed acqua. rompi coglioni.sono un cancro.

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    10 Dicembre 2008 - 12:12

    Si,la repressione è brutta perchè ci scappa sempre il ferito o il morto,ma d'altronde non è giusto che la polizia si lasci insultare e tirare sassi e molotov senza reagire.Le autorità non dovrebbero autorizzare dimostrazioni durante lo sciopero di venerdì ,perchè sicuramente ci sarebbero disordini provocati dagli estremisti di sinistra

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog