Cerca

Total Italia, arrestato l'ad

Coinvolto deputato Pd

Total Italia, arrestato l'ad

L’amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha, è stato arrestato questa mattina nell’ambito di una inchiesta della Procura di Potenza per tangenti sugli appalti per l’estrazione del petrolio in Basilicata. Ad essere coinvolto è anche il deputato del Pd Salvatore Margiotta, per il quale sono stati disposti gli arresti domiciliari. Margiotta, eletto in Basilicata, ha deciso di autosospendersi da tutti gli incarichi, dichiarando “stupore e amarezza” per il provvedimento della magistratura. Provvedimento che è giunto su richiesta del pm Henry John Woodcock ed eseguito dai Carabinieri del Noe guidati dal tenente colonnello Sergio De Caprio, il famoso “Capitano Ultimo” che arrestò Totò Riina.
Gli arresti sono stati fatti in gran parte a Roma, con la collaborazione della squadra mobile della Capitale e della polizia municipale di Potenza. La custodia in carcere riguarda, oltre all'ad di Total Levha, anche Jean Paul Juguet, responsabile Total del progetto "Tempa Rossa" (così si chiama uno tra i più grandi giacimenti petroliferi della Basilicata), attualmente all'estero; Roberto Pasi, responsabile dell'ufficio di rappresentanza lucano della Total e un suo collaboratore, Roberto Francini. E' stata anche disposta la detenzione in carcere dell'imprenditore Francesco Ferrara, di Policoro (Matera), e del sindaco di Gorgoglione (Matera) Ignazio Tornetta

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piero1939

    17 Dicembre 2008 - 16:04

    va bene i politici che hanno la fortuna o sfortuna di amministrare il bene pubblico sono dei ladroni. ma io dico tutti quei funzionari che gli parano la poltrona e li assecondano. dico i capi ripartizione, i capi ufficio, gli uscieri, i portinai, gli sgaloppini, i ragionieri, i segretari comulali e tutta quella miriade di becchini, di impiegati regionali provinciali tutti gli impresari che smazzettano a destra e a manca ma, possibile che non possano fermarli prima. bisogna per forza arrivare a queste situazioni quando ormai hanno fatto sparire e spartito milioni miliardi e cosi' via. bufffffffoni.

    Report

    Rispondi

  • lughina

    17 Dicembre 2008 - 12:12

    Secondo me bene fà il p m di Potenza ad arrestare chi commette crimini di qualsiasitipo , ma midomando e domando a chi nè sà più di me che fine fà tutto il petrolio che viene estratto in lucania? per favore fatemelo sapere,e fatelo sapere ai tanti Italiani che come mè non losanno. Ringrazio ancora prima che me lo dite.Peps38 Varese

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    16 Dicembre 2008 - 20:08

    C era una volta una tangentopoli e una grande balena morì sotto le scure di un ingiustizia con essi i Socialisti craxiani altri che alzarono solo il dito in un affollato Parlamento per assicurarsi un posto nelle Istituzioni. L Italia tutto è trapassato e va verso un clima di impunità ma verità chi mai la troverà? Intanto un solone Schiavettones gongola al Mugello, passato anche a Matera e Ayala a Policoro ma le cose non sono cambiete solo avvisi a berlusconi credendolo un imbroglione, ma indovinate chi esce dalle fogne della Campania, Calabria, Genova, Pescara e Potenza? U suricillo che avean solo Manus Pulitos, forse lavato con Dash o Perlana come per la vignetta dello sbianchetto? Purtroppo questi soloni cacciati dal Parlamento hanno finito i copeki bulloni loro erano freschi e belli o solo coglioni? Una domanda, ma gli ultimi Sindaci a Roma chi erano per averla allagata o sarà pure colpa di Alemanno? Questione morale, immorale o solo slogan del PDL? Ma l alluvione di Roma colpa di Alemanno dopo due sindaci PD?

    Report

    Rispondi

blog