Cerca

Alitalia con Spinetta

Air France ha detto sì

Alitalia con Spinetta
Air France ha detto sì. L'accordo con Alitalia è cosa fatta, con buona pace di chi in questi giorni si è opposto e di Bossi che ha lottato per tenere aperta la partita.  Il Consiglio di amministrazione del gruppo franco-olandese, durato circa due ore, ha dato il suo avallo all'intesa che dovrà essere approvata dal consiglio di amministrazione di Alitalia previsto per lunedì. L'accordo di partnership tra Air France - Klm e Alitalia, dunque, potrebbe essere ufficializzato all'inizio della prossima settimana. L'intesa dovrebbe portare il gruppo guidato da Jean-Cyril Spinetta e Pierre-Henri Gourgeon a rilevare una quota intorno al 25% della Nuova Compagnia per un esborso complessivo di circa 310 milioni di euro. Cifra che comunque, secondo quanto si apprende da fonti vicine al dossier, non sarebbe ancora quella definitiva.

Non si arrendono però i tedeschi:  Lufthansa ha detto che i colloqui andranno avanti lo stesso. Secondo la portavoce della compagnia aerea «i colloqui continuano e riteniamo che il mercato italiano sia molto importante». In precedenza, la società aveva confermato di non aver mai presentato un'offerta, sottolineando però che questo «non significa che non faremo un'offerta in futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piero1939

    14 Gennaio 2009 - 19:07

    a favore dei contribuenti italiani fedeli ad alitalia alitalia deve offrire un biglietto gratis ar da milano a roma senza il costo del taxi pero'. altro ente che non c'entra. cosi' oltre alla credit per i poveri ci sara' una tessera (la famosa tessera) per il volo a sbaffo. quanti vanno in ufficio o al lavoro e non fanno un tubo???? chi me li rimborsa questi danni di poco rendimento e di disruption??? non siamo onesti e basta.

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    14 Gennaio 2009 - 19:07

    noi paghiamo le tasse ma che razza di discorsi sono questi. intanto l'alitalia, spero, non e' piu' statale. linate e' un grande punto importante e strategico ed alitalia certamente come una qualsiasi azienda che vuole fare cassa si buttera' su malpensa o linate ad anche lufthansa. certamente. quelli sono marpioni e non si lasciano scappare affari certi. se ve ne saranno. i lavoratori da parte loro devono capire che la storia del posto fisso e' finita. l'unico posto fisso che abbiamo sempre assicurato e ' sottorerra alla fine dei nostri giorni. quindi tiriamoci su le maniche un'altra volta e ricominciamo. dai non pianiucoliamo per niente.

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    10 Gennaio 2009 - 13:01

    Ricordo quando si imputava al precedente governo di svendere Alitalia ad Air France.Che però si accollava i debiti Si diceva che i russi erano prontissimi a salvare la nostra compagnia di bandiera. Poi si diceva che erano pronti i tedeschi. I francesi hanno capito che non erano graditi e si sono ritirati Ora grazie al fatto che i debiti se li accollano i contribuenti sarebbero interessati di nuovo i francesi (gli altri, intanto, hanno fatto marameo). Ma gli scemi siamo sempre noi che paghiamo le tasse?

    Report

    Rispondi

blog