Cerca

Governo e Pd in calo

Ci guadagna solo la Lega

Governo e Pd in calo
Il crollo del Partito democratico non fa più notizia, vista l’emorragia di voti che sta colpendo il partito di Walter Veltroni dall’inizio della legislatura. A sorprendere, semmai, è il primo calo del governo nell’indice che misura la fiducia degli italiani nell’esecutivo e nel suo presidente del consiglio, Silvio Berlusconi: meno quattro punti rispetto a un mese fa, che diventano addirittura otto se il paragone è con settembre. Segni negativi, tuttavia, che al momento non si sono ripercossi sulle intenzioni di voto. Lì i partiti della maggioranza restano in grande vantaggio sull’accoppiata Pd-Italia dei valori. E a fare la parte del leone è la Lega, che sfonda il tetto del 10%...

Tommaso Montesano su Libero di martedì

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matrigna

    22 Gennaio 2009 - 11:11

    Berlusconi è una bravissima persona,ma,come si diceva per Mussolini,si è circondato da nemici aperti o occulti cattivi consiglieri,a partire da Fini,che come Casini e Follini finisce in "ini".Eppure io l'avevo scritto a Berlusconi sin dalla prima legislatura di liberarsi degli"ini" perchè vedevo che quando lui faceva qualche gaffe delle sue invece di difenderlo arricciavano il naso.Io se fossi in lui minaccerei di andarsene sul serio,tanto che gli manca ,i soldi e la possibilità di andarsene dall'italia,se perseguitato potrebbe farlo.Quanto alle promesse fatte non può metterle in atto perchè legato troppo a an e al vaticano,e ha avuto la pessima idea di non aiutare la classe media che bocheggia,colpa di chi gli sta vicino e gli suggerisce.Poi alla gente sta a cuore che smettano di ricevere extracomunitari che ci costa mantenerli,e il governo che fa? Addirittura li vanno a prendere dai loro balòconi e li portano in italia .,Pr forza la lega aumenta i consensi!

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    21 Gennaio 2009 - 20:08

    Credo che quello che ha fatto il governo Berlusconi in diciamo 8 mesi vada al di là di ogni abitudine Italiana. Purtroppo Berlusconi non è il grande comunicatore che si pensa. Si perde dietro a Bossi, Fini, Tremonti e non sopporta le critiche di Veltroni, che bontà sua è un poveraccio che in casa sua nessuno la caga. Un po' più di coraggio, elimini le province, le comunità montane, la burocrazia autoreggente. Tanto con questa opposizione , purtroppo per noi, governeranno anche i nipotini di Berlusconi. Attento a Soru!! Carlo Maria

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    20 Gennaio 2009 - 19:07

    Il calo di consensi del governo trova la sua motivazione nel mancato rispetto delle promesse elettorali. La questione della quarta settimana continua ad esistere- L'entusiasmo dei moderati sembra venir meno. Tra l'altro il governo non ha affrontato la questione della riduzione della pressione fiscale. Sui provvedimenti anticrisi si è agito in maniera indeguata, senza ricordarsi della cosiddetta classe media. Lo sbandierato federalismo fiscale tra l'altro non risolverà i problemi e al Nord non ci saranno , come sperano in molti. Occorre cambiare registro e affrontare , con incisività, i reali problemi della gente. In questa direzione bando agli sprechi con l'eliminazione delle province e la riduzione dei parlamentari, compresa la riduzione dei sontuosi emolumenti, compresi quelli dei cosiddetti manager pubblici. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • pidmont

    20 Gennaio 2009 - 17:05

    NELL'ALTALENA TRA CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA LA SITUAZIONE PER I PIU' O PEGGIORA O NON MIGLIORA MAI:A CHE SERVE VOTARE E PER CHI O PER CHE COSA,MEGLIO STARE A CASA COL POPOLO SOVRANO DI NULLA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog