Cerca

Lampedusa, fuga dal Cpa

"Libertà". Prosegue la protesta

Lampedusa, fuga dal Cpa
Non si placano i 'disordini' a Lampedusa. E mentre si prevedono per la giornata odieran nuove proteste, intorno alle 10 di questa mattina tutti i 1.300 immigrati ospiti del Cpa sono fuggiti dal centro di prima accoglienza, forzando i cancelli d'ingresso e riuscendo ad aggirare i controlli delle forze dell'ordine. Trecento di loro sono scappati alle prime luci dell'alba. Gli altri mille migranti si sono diretti in corteo verso la piazza del municipio di Lampedusa gridando slogan: "Libertà, aiutateci" e "Grazie Lampedusa". Gli extracomunitari hanno sfilato lungo la strada 'scortati' dalla polizia e tra gli applausi degli abitanti dell'isola. In piazza gli immigrati si sono ritrovati insiene ai lampedusani che da giorni protestano contro la realizzazione, sull'isola, di un Centro di identificazione ed espulsione (Cie). Dopo il corteo e il sit-in davanti al Centro di prima accoglienza (Cpa) organizzati ieri, giornata di sciopero generale, i cittadini si sono infatti dati appuntamento davanti al municipio per consegnare simbolicamente le schede elettorali, gesto emblematico del dissenso verso le scelte del Viminale. Ieri, sull'isola, era arrivata una delegazione del Partito democratico, che ha visitato il centro d'accoglienza, presidiato fino a tarda sera da un gruppo di manifestanti. Ieri sera, durante una seduta straordinaria del consiglio comunale, si era dato vita ad un coordinamento che dovrà pianificare le ulteriori iniziative di protesta. Dal canto loro gli extracomunitari chiedono a gran voce di poter lasciare il centro, di essere trasferiti nei Cpt di Brindisi e di poter raggiungere le loro famiglie, molte delle quali sono in Francia, in Germania e nell' Nord Italia.
Dal canto suo il Viminale, intervenendo sulla questione ha voluto precisare che "è improprio parlare di 'fuga' di clandestini dal Centro di Soccorso e Prima Accoglienza di Lampedusa. Si tratta appunto di un Cspa e non di un Cie, Centro di identificazione ed espulsione, struttura in via di allestimento sull'isola. Ed è questo il motivo  -precisano le stesse fonti- per cui la Polizia non è intervenuta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    26 Gennaio 2009 - 09:09

    Ottimo il commento di GASPAROTTO, al quale non c'è altro da aggiungere. Voglio solo sottolineare la pateticità di Franceschini che ha chiaramente scritto in faccia l'incredibilità di tutte le sciocchezze che dice...anzi, gli fanno dire (credo che se potesse scegliere, non lo farebbe!). Mi auguro che Maroni, Alfano e Berlusconi non si facciano frenare da questa sinistra impazzita e vadano avanti per la loro strada, giustamente imboccata. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • iamec

    26 Gennaio 2009 - 09:09

    Signor Ministro Maroni, La prego, La prego, non faccia rientrare i clandestini che i cittadini di Lampedusa hanno incitato ad uscire ed accolto in manifestazione. Li lasci liberi di vagare per l'isola, rubare auto, saccheggiare bar e quant'altro. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    24 Gennaio 2009 - 17:05

    Se la sinistra ed affini vince le elezioni, governa e si permette di parlare come più le aggrada. Vedi le amenità di Prodi che disse degli italiani che protestavano per le troppe tasse che erano pazzi. Vedi Schioppa Padoa che ebbe a dire dei poveri giovani disoccupati e senza avvenire che erano bamboccioni, come dire rincoglioniti etc. Della destra nessuno fiatava, nessuno protestava....quale destra del czzo! Di converso se vince la destra le elezioni e con ampio margine, non riesce a governare, perchè la sinistra con tutti i sinistratori e gli evangelizzatori dei nostri giorni, scende in piazza a fare casini e ad accusare la destra farlocca e fasulla di fascismo, di razzismo, di xenofobia e via dicendo. E così, dopo le tante promesse di Maroni della lega del fil de fer, siamo ancora qua a parlare di clandestini, dei guai di Lampedusa, degli stupri e ad essere accusati dai profeti di sventura , tipo quella faccia di c@zzo di Franceschini di razzismo, xenofobia e quant'altro. E la ciurma dei migranti della filibusta che lo segue entusiasta e grida libertà, come ai tempi delle navi negriere, dove necessitava sì un Masaniello ma nessuno ne aveva il coraggio perchè c'era davvero da rimetterci la pelle. IO VORREI FARE UNA PROPOSTA RIGUARDO L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA O MENO. METTERE A DISPOSIZIONE DELLE NAVI, MAGARI AFFITTANDOLE DALLA COSTA CROCIERE O DALLA MSC E PRENDERE TUTTI GLI AFRICANI CHE VOGLIONO ABBANDONARE IL CONTINENTE NERO,RIEMPIENDO COSI' LA NOSTRA PENISOLA COME SARDELLE IN SALAMOIA O COME I TRAM NELLE ORE DI PUNTA. NAVI CHE VANNO VUOTE E NAVI CHE VENGONO CARICHE IN TUTTI I PORTI ITALIANI, DA TRIESTE AD OTRANTO E A MAZARA DEL VALLO. ALLA FINE CI SARA' QUALCUNO CHE DIRA' BASTA A COMINCIARE DA TETTAMANZI E MARTINO CON TUTTO IL CODAZZO CURIALE CON ANNESSO MONSIGNOR GARSIA. E SAREBBE UNA GRANDE SODDISFAZIONE SE ANCHE RIZZO, DILIBERTO , FRANCESCHINI, LA CARITAS, E TUTTO L'AMBARADAN DEGLI SFASCISTI ITALIANI DICESSERO ADESSO BASTA E' ORA DI FINIRLA E SCENDESSERO IN PIAZZA A PROTESTARE. CHE NE PENSATE? ALLORA, MARONI LASCI PERDERE, LE CONVIENE PERORARE LA SUDDETTA CAUSA ANCHE PERCHE' QUEL MINISTERO NON PERMETTE DI AGIRE E' SOLO UNA SINE CURA.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    24 Gennaio 2009 - 14:02

    Meno male che sono arrivati i nostri,volevo dire i liberatori del PD e compagnia buonista varia.loro sì che adesso risolveranno i problemi dell'immigrazione,mica come questi razzisti di destra che non li vogliono far entrare.Poi ho sentito che ogni compagno si prenderà in carico qualcuno di questi e provvederà al loro mantenimento,(ma è soltanto un sogno).Perchè toccherà sempre a noi,i soliti fessi a pagare.

    Report

    Rispondi

blog