Cerca

Lefebvriani, ancora scontro

tra ebrei e Vaticano

Lefebvriani, ancora scontro
E’ ancora botta e risposta tra il Vaticano e la comunità ebraica su Richard Williamson, uno dei quattro vescovi ordinati da Lefebvre che hanno ottenuto il perdono pontificio sabato scorso. Williamson è infatti accusato di aver negato, nel corso di una intervista, l’esistenza di camere a gas naziste e di aver parlato di “solo” 300mila vittime ebree nei campi di concentramento tedeschi. Oggi il cardinale Angelo Bagnasco, capo dei vescovi italiani, ha ribattuto alle polemiche tenute vive dalle dichiarazioni di Renzo Gattegna, presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei). “Ci auguriamo che con la Chiesa cattolica questo momento sia solo un momento di difficoltà e aspettiamo un gesto positivo”, ha affermato Gattegna augurandosi una smentita dalle alte sfere vaticane “che chiarisca ogni dubbio a riguardo”.
Un monito a Benedetto XVI che non è piaciuto a Bagnasco: “Mentre esprimiamo il nostro apprezzamento per l’atto di misericordia del Santo Padre – ha risposto il vescovo di Genova -, manifestiamo il dispiacere per le infondate e immotivate dichiarazioni di uno dei quattro vescovi interessanti circa la Shoah”, ma nello stesso tempo vengono ritenute “ingiuste” anche le parole pronunciate da Gattegna.
Ma non tutti sono contro il Papa Nel frattempo, spulciando tra i commenti dei lettori su Corriere.it, balzano agli occhi quelli lasciati da alcuni utenti che, pur criticando l’azione pontificia, non risparmiano critiche anche alle comunità ebraiche e ai loro più importanti rappresentanti, i rabbini. “Ha fatto bene (Benedetto XVI, ndr) a decidere quello che riteneva più opportuno per la chiesa cattolica, i rabbini pensino ai fatti loro e meditino invece sulla recente carneficina d'Israele sui palestinesi”, scrive londonlover mentre per Giovanni Mandis è sconcertante “la quantità di pregiudizi e ignoranza che c’è in giro sulla Fede, sulla Chiesa, sul diritto canonico”, facendo riferimento ai commenti di altri lettori che riguardano casi di attualità come la morte di Piergiorgio Welby e chiude l’intervento invitando a visitare il sito del Vaticano “dove trovate tutto riguardo la dottrina cattolica”. E poi ancora chi dice che i “rabbini si facciano gli affari propri” e, ancora, un invito perché gli ebrei “la smettano di piangersi addosso”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fascista

    27 Gennaio 2009 - 11:11

    E' mai possibile che ogni anno dobbiamo assistere a queste pagliacciate? I nostri politici, sia di destra che di sinistra, con i loro atteggiamenti di sudditanza verso gli ebrei, ci costringono a stare sotto il ricatto di quest'ultimi, che si sentono in dovere anche di attaccare la Chiesa. Non dimentichiamoci che gli ebrei hanno avuto il barbaro coraggio di assassinare Nostro Signore, altro che Shoah.

    Report

    Rispondi

blog