Cerca

Via libera del Cdm

a riforma del processo penale

Via libera del Cdm
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al disegno di legge di riforma del processo penale. La bozza di riforma, suddivisa in trentuno articoli, prevede una maggiore autonomia per la polizia giudiziaria e una revisione dei poteri del pm, aumentando le prerogative della difesa.
Secondo la versione più recente, sottoposta a gennaio dal ministro della Giustizia Angelino Alfano ai colleghi della maggioranza, il pm potrà solo ricevere la notizia criminis senza più poter aprire fascicoli sullo spunto di articoli di giornale o confidenze private. Sono previsti anche criteri più certi per determinare il giudice competente se non è individuabile il luogo in cui è stato commesso il reato, ed è resa più facile la ricusazione del magistrato che “esterna” fuori dal processo. Si stabiliscono inoltre corsi obbligatori per chi aspira a dirigere un ufficio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grifo63gmail.com

    06 Febbraio 2009 - 15:03

    Premetto che non conosco quello che è stasto approvato, ma dico finalmente, perchè ormai non ne possiamo più della IMPUNIBILITA' DATA SIA A GIUDICI CHE A P.M. impunità che ha fatto credere agli stessi di poter liberamente agire senza avere il timore di doverne rispondere, non mi soffermo a elencare le miriadi di situazzioni che potano a sostenere questa mia tesi, basti pensare solo all'ultima decisione di mettere in GALERA una ragazza DI 22 ANNI PERCHE' SCAMBIATA PER UN'ALTRA.Messa in galera senza pensarci troppo, e visto dal poi, senza andare per il SOTTILE. MA I RISCONTRI, NON SI USA PIU' FARLI? Grifo63:

    Report

    Rispondi

blog