Cerca

L'ennesimo salto di Mastella

Alle Europee con il Pdl

L'ennesimo salto di Mastella
Di cambi di casacca se ne intende: Clemente Mastella, segretario dell’Uduer, verrà candidato alle elezioni europee nelle liste del Popolo della libertà. Lo ha reso noto un comunicato che ufficializza le indiscrezioni di Palazzo e nel quale viene puntualizzato che in Campania Pdl e Udeur presenteranno candidati comuni per le amministrative.
“I segretari regionali di Fi-Pdl Nicola Cosentino, di An-Pdl Mario Landolfi e dell'Udeur Antonio Fantini, al termine di un incontro che si è svolto giovedì scorso a Roma, hanno raggiunto un'intesa ritenuta strategica” si legge nel documento, “con l'obiettivo di imprimere, nel solco di una rinnovata cultura bipolare, una svolta vera alle imminenti consultazioni elettorali”. «In tal senso - prosegue il comunicato - e al fine di contribuire a realizzare un quadro di alleanze organico, chiaro e coerente, l'Udeur si impegna ad avviare rapidamente una verifica politica in quegli enti locali, a partire dalla provincia di Benevento, dove tale partito è tuttora in coalizione con il centrosinistra. Anche in questo modo si vuole rendere evidente che in Campania è tempo di cambiare mentalità e metodo di governo della cosa pubblica”.
"Scelto perché nel Ppe" Il buon Clemente è stato scelto per la sua collocazione all’interno del Partito popolare europeo: “E’ questo un tema che accomuna la storia e la tradizione politica sia delle forze che stanno dando vita al Pdl sia dell'Udeur e che è solo una delle ragioni fondanti l'alleanza oggi sancita in Campania”. E così “la stessa collocazione all'interno del Ppe comporta la candidatura del segretario dell'Udeur Clemente Mastella alle prossime elezioni europee, nelle liste del Pdl”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • elioperin

    17 Febbraio 2009 - 11:11

    Non so se il PDL ha fatto un affare, ma bisogna riconoscere che anche la Lega dopo aver fatto Cadere Berlusconi è diventato un alleato importante e leale, speriamo sia così anche per Mastella

    Report

    Rispondi

  • anna96

    16 Febbraio 2009 - 11:11

    La notizia che Mastella torni nello schieramento opposto, non mi stupisce affatto, anzi, ero preoccupata che ancora non fosse riemerso, forse si è voluto prendere qualche mese di vacanza. L'UDEUR non ha nessuna radice, non ha tradizioni, non ha linee politiche, il suo unico scopo è di essere NOMADE, ossia spostarsi a destra, a sinistra, al centro, dove fa più comodo per occupare poltrone di prestigio. E' iniziata la transumanza: ora ci si incammina all'Europa per servire il vecchio e ora rinnovato "padrone"

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    16 Febbraio 2009 - 08:08

    al di la delle indubbie capacità politiche del soggetto, bisognaammettere che la pdl ha fatto l'ennesima cazzata politica; a dimostrazione che di pulito lineare non ci sarà mai nulla dietro quei portoni. Fanno, disfanno......decidono, tanto noi dietro con qualche carezza, alla fine ci ammansiremo com sempre. Una bella rivoluzione.....e tutto si spolvera fuori di casa. Mandiao a casa silvio per primo, che ormai non sa più guidare la ferrari che ha comprato, perchè rischia di finire sempre fuori strada

    Report

    Rispondi

  • sosiop.italia

    16 Febbraio 2009 - 08:08

    Basta!Ma quand'è che si inserisce in politica una faccia nuova,un tecnico e non un burocrate.Di Mastella e di una quantità infinita di politici come lui,ne abbiamo piene le....-Altro autentico FLOP del PdL che inizia a perdere consensi sic...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog