Cerca

Obama: "Via dall'Iraq

entro agosto 2010"

Obama: "Via dall'Iraq
Ce ne andremo dall'Iraq entro il 2010. Parola di Barak Obama. Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato il ritiro delle "brigate da combattimento (circa 100mila militari, ndr) nei prossimi 18 mesi". L'inquilino della Casa Bianca ha detto: "Ve lo spiego con le parole più semplici possibili, entro il 31 agosto del 2010 la nostra missione di combattimento sarà terminata", anche se tra i 35 e i 50 mila militari Usa rimarranno in Iraq, almeno in un primo tempo dopo il ritiro del grosso delle truppe, per addestrare e consigliare le forze irachene. "Intendo ritirare tutte le truppe americane dall'Iraq entro la fine del 2011", ha concluso Obama, ricordando che il calendario potrà essere rivisto con i militari se emergeranno problemi durante le operazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    02 Marzo 2009 - 09:09

    Tutti sanno cosa è successo a Raul Gardini, quando spavaldo ai microfoni disse: La chimica sono io. Infatti, lo trovarono suicidato come se, Gardini o Cagliari, fossero persone squilibrate da farlo? Purtroppo è in Italia ce da fare la guerra, al grande vecchio ovvero, la Lobby occulta, mentre in USA questa è legale e disciplinata. Non pensate che i Presidenti i USA sono eletti con Festival de L Unità con incassi di salamelle alla brace! Negli States si dice e si legge ed è storia, che, anche la mafia o il Sindacato, contribuisce ad eleggere un Presidente. Certo, il successo si Obama Barak è dovuto soprattutto al Popolo internet, ma tenere conto però che è anche virtuale e non proprio affidabile nei momenti difficili! vincenzoaliasilcontadino@gmail.com Matera.

    Report

    Rispondi

  • maryska

    02 Marzo 2009 - 09:09

    Ma Bush non ha detto qualcosa simile?Magari qualche mese di più. Evvidente non conta che dice solo chi......

    Report

    Rispondi