Cerca

Grillo insulta Napolitano

E il Pd lo scarica

Grillo insulta Napolitano

Roma- Tira aria di crisi in casa dell'opposizione. I rapporti tra l'Idv di Di Pietro e il Partito Democratico non sono molto sereni. La causa?
Uno dei mega ospiti della manifestazione dei girotondini, promossa dallo stesso Di pietro a Roma, è proprio Beppe Grillo, che nel suo blog ha sferrato un duro attacco non contro Berlusconi (ci siamo tutti troppo abituaui ormai) ma contro il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
"Mentre il Paese è sull’orlo del tracollo economico", ha scritto il comico genovese sul suo blog, "i nostri dipendenti cercano dalla mattina alla sera di non farsi processare. Blocco dei processi. Trasferimento dei processi. Ricusazione dei giudici. PDL e PDmenoelle hanno deciso di approvare la legge della Banda dei Quattro, la Schifoalfano. I Fantastici Quattro: Napolitano, Schifani, Fini e Berlusconi, potranno delinquere impunemente durante il loro mandato. Se nessuno dei quattro si è dissociato da questa legge, vuol dire che è utile per tutti, non solo per lo psiconano".
Il Pd non ci sta e prende le distanze sia dalle affermazioni ingiuriose del comico Grillo, come sottoliena Anna Finocchiaro, capogruppo dei senatori del Pd: "Ho letto alcune sue affermazioni davvero imbarazzanti. Attaccare il presidente della Repubblica non mi sembra una scelta particolarmente efficace e mi auguro che gli organizzatori della manifestazione di oggi a piazza Navona prendano le distanze da queste posizioni: manifestare contro i provvedimenti del governo è legittimo, attaccare il presidente della Repubblica è inaccettabile”.

Solidarietà al Presidente degli italiani anche da parte di un'altro esponente del Pd: “L'unica iniziativa a cui parteciperei oggi è quella promossa dal neosegretario del Ps Nencini perché si prefigura lo scopo di manifestare vicinanza, solidarietà e stima al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano”. Lo afferma il deputato del Pd Francesco Tempestini. “Napolitano”, evidenzia Tempestini, “persegue con senso di equilibrio e rigore l'unica linea praticabile per preservare, in questa grande confusione che sembra fatta apposta per premiare l'opposizione più oltranzista, una possibilità e una speranza di una legislatura costituente”. “D'altronde”, conclude l'esponente Democratico, “non c'è alternativa al tentativo di equilibrare con ragionevolezza i diversi interessi in campo in uno scontro tra politica e magistratura che si protrae da troppo tempo e che è interesse del Paese superare perché ha un costo troppo elevato”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ambro de ambris

    26 Aprile 2012 - 20:08

    Di un presidente Golpista, (vedi carri armati ungheria 1956) e probabilmente anche presidente di cose ancora peggiori, se peggio c'e', l'italia poteva benissimo farne a meno. Guai a chi critica Grillo, fino a che lui rimarra' fuori dal polpettone, lui, contro tutti quelli che con diritto offende, il diritto degli onesti derubati dai quaquaraqua', e questa e' la verita'....

    Report

    Rispondi

  • grazia356

    09 Luglio 2008 - 16:04

    Ma Contadino, si fa molta fatica a leggere e capire i tuoi commenti...lo sapevi? Questo grillo,minuscola per scelta, meriterebbe solo che nessuno lo andasse ad ascoltare quando urla per le piazze, che mai più nessuno lo nominasse su alcuno degli esemplari di carta stampata e che infine nessuno facesse il suo nome nelle quotidiane conversazioni. Insomma meriterebbe di sparire per sempre e di finire nel più assoluto e squallido dimenticatoio. Ho dedicato troppo del mio prezioso tempo per un essere del genere.

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    09 Luglio 2008 - 14:02

    Non ce più religione chi voleva a pizza eccola come la mia sbagliata perchè divenuto calzone Io credo che fioccheranno le querele con risarcimento milionarie e la Legge sia superiore altro che scioperare se lo fanno al posto di Napolitano li manderei nel mio orto a zappare senza un ma mentre Di Pietro fa l ingenuo non sono stato io ma chi ha armato la mano di Sabina e Grillo sbaglio che sia anche avvocato credo che non sia un Politico ma solo un invidioso poichè cacciato da Bergamo Milano e adesso da Roma non penso che il PD lo rivoterebbero alle prossime elezioni Enzoaliassilcontadinoatalicepuntoit NB Senza punteggiatura per accettazione da Softwere

    Report

    Rispondi

blog

Attilio Barbieri
sds

sds

di Attilio Barbieri