Cerca

Darfur, la richiesta dei rapitori

"Vogliamo solo i soldi"

Darfur, la richiesta dei rapitori
È ancora nelle mani dei suoi sequestratori Mauro D'ascanio, il medico vicentino in forze a 'Medici senza Frontiere' in Sudan e rapito ieri insieme ad altri due operatori della Ong nel Darfur. Intanto continuano i negoziati con i rapitori che hanno assicurato di non voler "ricorrere alla violenza", ma chiedono un "riscatto per il rilascio delle vittime". Lo riferisce l'agenzia missionaria Misna, citando il 'Sudanese media centre'. Secondo quanto riportato dal quotidiano, che è fonte di informazione governativa, ieri governatore dello stato del Darfur settentrionale, Osman Mohammed Yousif Kibir ha avuto una conversazione telefonica con i sequestratori. I due sudanesi rilasciati immediatamente dopo il rapimento, ha riferito Yousif Kibir, avevano infatti un numero di telefono fornitogli dal commando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog