Cerca

Il branco colpisce ancora

Ferita gravemente una turista

Il branco colpisce ancora
Un'altra aggressione del branco. Stavolta la vittima è una turista tedesca di 24 anni. La donna è rimasta gravemente ferita questa mattina da una decina di cani randagi sfuggiti alla cattura dopo la morte, domenica scorsa in contrada Pisciotto, tra Marina di Modica e Sampieri, del piccolo Giuseppe

La giovane stava passeggiando nella stessa zona, in spiaggia, intorno alle 8, quando è stata circondata e aggredita dai cani che hanno cominciato ad azzannarla. La donna è stata salvata dall'intervento di alcune persone, tra cui il sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque, che, insieme ad alcuni funzionari del Comune stava effettuando un sopralluogo. I soccorritori sono riusciti a disperdere il branco, ma la donna era stata già ferita gravemente in varie parti del corpo.
La turista è stata soccorsa direttamente in spiaggia da un elicottero del 118 che intorno alle 9.15 è decollato alla volta del "Cannizzaro" di Catania. Sul posto carabinieri, polizia e vigili del fuoco alla ricerca dei 10 cani sfuggiti alla cattura dopo il drammatico episodio di domenica.
E' ferita in maniera molto grave, tanto che il pericolo di vita è una delle ipotesi avanzate dai medici dell'ospedale. "La paziente - ha affermato il direttore sanitario Angelo Pellicanò - ha lesioni serie al viso, al torace, all'addome, al torace e alla gambe. La situazione è molto grave. Finiti gli accertamenti clinici sarà condotta in sala operatoria. In questo momento il nostro obiettivo principale è salvarle la vita".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matrigna

    18 Marzo 2009 - 11:11

    a PARTE IL FATTO CHE SONO VERAMENTE ADDOLORATA per l'orrenda fine del bambino assalito dai cani randagi e per gli altri feriti,è da vigliacchi voler punire i cani uccidendoli,il sindaco del paese è in primis colpevole di non aver costruito un canile decente e affidarne la gestione a enti predisposti protettori di animali,come l'ENPA o altre associazioni che si sarebbero avvalse di volontari sinceramente animalisti,e non di affidare a un uomo come quello di Modica che affamava le povere bestie e poi le ha lasciate libere di fare danni perchè inselvatichite e affamate.In Sicilia in Puglia e in Calabria gli animali sono sempre stati oggetto di episodi atroci verso loro,la gente di quei posti (la maggior parte,perchè le eccezioni ci sono) considera gli animali come oggetti da buttare o divertirsi con crudeltà. ma il nostro leader Silvio ama gli animali o no? alla Casa Bianca i premier hanno sempre avuto un cagnolino,così in Inghilterra dove c'è un grande amore per gli animali,solo nel nostro meridione sono barbari crudeli e incivili verso le povere bestiole. E se Berlusconi li amasse (ho i miei dubbi,anche se ho votato per lui ) perchè non si interessa perchè le condizioni in queste regioni arretrate migliorino ,effettuando o facendo effettuare sopraluoghi e punendo i sindaci dei Comuni che non fanno il loro dovere,tocca a loro infatti provvede ai canili,e non credo che manchino i soldi perchè mandiamo un sacco di denaro che o li prende la mafia o li si spende male.Ieri sera al telegiornale ho sentito che il prete che ha ufficiato per il funerale del bambino ha detto che è ora di smettere di mettere gli animali come idoli e di tornare a alla superiorità dell'essere umano.Ah questi preti,mi è venuta una rabbia che se fossi stato un cane l'avrei sbranato.LA CHIESA INVECE DI AVER CONSIDERAZIONE DI COME SAN FRANCESCO amava tutto il creato chiamando fratelli e sorelle anche i più piccoli animali,e insegnare ad amarli alla gente,dice queste cose per bocca di certi preti,si ricordi che moltissimi amano gli animali e perderanno sempre più considerazione nell'Italia evoluta come al nord,solo la gente ignorante ormai può seguire questa dottrina di considerare l'uomo creatura superiore e quindi gli animali soggetti a qualunque sevizia Livia Maurano Tomasi

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    18 Marzo 2009 - 11:11

    A parte il fatto che io sia addolorata per l'orrenda fine del bambino assalito dai cani randagi e per gli altri feriti,è da vigliacchi voler punire i cani uccidendoli,il sindaco del paese è in primis colpevole di non aver costruito un canile decente e affidarne la gestione a enti predisposti protettori di animali,come l'ENPA o altre associazioni che si sarebbero avvalse di volontari sinceramente animalisti,e non di affidare a un uomo come quello di Modica che affamava le povere bestie e poi le ha lasciate libere di fare danni perchè inselvatichite e affamate.In Sicilia in Puglia e in Calabria gli animali sono sempre stati oggetto di episodi atroci verso loro,la gente di quei posti (la maggior parte,perchè le eccezioni ci sono) considera gli animali come oggetti da buttare o divertirsi con crudeltà. ma il nostro leader Silvio ama gli animali o no? alla Casa Bianca i premier hanno sempre avuto un cagnolino,così in Inghilterra dove c'è un grande amore per gli animali,solo nel nostro meridione sono barbari crudeli e incivili verso le povere bestiole. E se Berlusconi li amasse (ho i miei dubbi,anche se ho votato per lui ) perchè non si interessa perchè le condizioni in queste regioni arretrate migliorino ,effettuando o facendo effettuare sopraluoghi e punendo i sindaci dei Comuni che non fanno il loro dovere,tocca a loro infatti provvedere ai canili,e non credo che manchino i soldi perchè mandiamo un sacco di denaro che o li prende la mafia o li si spende male.Ieri sera al telegiornale ho sentito che il prete che ha ufficiato per il funerale del bambino ha detto che è ora di smettere di mettere gli animali come idoli e di tornare a alla superiorità dell'essere umano.Ah questi preti,mi è venuta una rabbia che se fossi stato un cane l'avrei sbranato.LA CHIESA INVECE DI AVER CONSIDERAZIONE DI COME SAN FRANCESCO amava tutto il creato chiamando fratelli e sorelle anche i più piccoli animali,e insegnare ad amarli alla gente,dice queste cose per bocca di certi preti,si ricordi che moltissimi amano gli animali e perderanno sempre più considerazione nell'Italia evoluta come al nord,solo la gente ignorante ormai può seguire questa dottrina di considerare l'uomo creatura superiore e quindi i poveri animali soggetti a qualunque sevizia Livia Maurano Tomasi

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    17 Marzo 2009 - 15:03

    Saranno mica usciti ,questi cani,dal "canile" il giorno prima dell'aggressione ai bimbi in bicicletta ? Oppure li vedevano tutti scorrazzare per vie e campagne e ognuno,facendosi i fatti suoi,se ne stava zitto ? E il Sindaco,che adesso pare tanto impegnarsi,non ne sapeva niente ? E la giunta Comunale,i Vigili Urbani ? Il motto "Nenti sacciu " è comune in quelle terre , e non solo per le angherie "umane". Poi,il colmo del ridicolo lo si raggiunge quando si viene a sapere che la Procura ha dovuto autorizzare chi di dovere ad abbatterle,quelle bestie. Con la mia richiesta di perdono preventivo da parte della gentile Rita Dalla Chiesa dico che questo è un caso di quelli che...le pallottole non sono sprecate. Adesso,che facciamo,li rimettiamo in gabbia,poi li "rieduchiamo" come si sta facendo per gli stupratori che appena usciti dalla loro gabbia ,ri-stuprano ?

    Report

    Rispondi

  • albertopuricelli

    17 Marzo 2009 - 14:02

    Occorre intervenire in maniera urgente, ma non certo con la logica dell'abbattimento autorizzata dal prefetto, lo stesso che avrebbe dovuto vigilare prima sul rispetto delle leggi che impone ai comuni di fare i canili. Basta con la scusa della mancanza di fondi quando le amministrazioni sprecano milioni di euro. Qualcuno intervenga e fermi il massacro di animali indifesi e di umani innocenti.

    Report

    Rispondi

blog