Cerca

Bologna, caos in Tribunale

Spariti 2.321 fascicoli

Bologna, caos in Tribunale
 Un'inchiesta interna al Tribunale di Bologna, voluta dal ministro della Giustiszia Angelino Alfano, ha svelato un dato rattristante: ci sono 2.321 fascicoli d'inchiesta per processi a citazione diretta (come quelli per furto ed estorsione) che non sono mai arrivati in aula perché, dopo essere stati aperti dai magistrati, sono rimasti abbandonati in un armadietto finché sono sopraggiunti i termini di prescrizione. Una mole enorme di ore di lavoro degli inquirenti, nonché di denaro pubblico, andati persi per sempre. Per non parlare di tutti i delitti rimasti impuniti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldogam

    20 Marzo 2009 - 19:07

    Chi dovrebbe curare l'organizzazione interna dei tribunali? Il ministero? Il CSM? Certamente il CSM dovrebbe definire compiti e reponsabilità dei magistrati (é o non è l'organo di autogoverno?). Avete mai sentito CSM o ANM formulare proposte in tal senso? Non occorre un master all'MIT per constatare lo sfacelo, quindi, se non si richiede che venga risolto vuol dire che fa comodo. Vedi questo migliaio di fascicoli misteriosamente (?) spariti, con tante grazie (solo verbali?) degli interessati.

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    19 Marzo 2009 - 10:10

    guarda guarda proprio nella città caposaldo della sinistra sucedono queste cose...Come diceva Andreotti? A pensar male...ma qualche volta ci si azzecca,non dico altro,ci pensi quel bravo guaglione di Angelino a indagare

    Report

    Rispondi

  • micael44

    18 Marzo 2009 - 15:03

    Vi racconto un episodio che mi riguarda. Anni fa seguii il mio avvocato, nel Tribunale di Napoli, per presentare un documento al giudice tutelare che si occupava della mia pratica di tutore di incapace. Gli armadi contenenti le pratiche erano sistemati nei corridoi che sembravano un mercato all'aperto. Senza rivolgersi ad alcuno, il mio avvocato aprì un armadio, nella indifferenza generale, estrasse il mio fascicolo, lo aprì, ritirò un documento che poi distrusse e lo sostituì con il nuovo documento che avrebbe dovuto sottoporre al giudice! Questa è la giustizia italiana e poi noi votiamo i giudici che si danno alla politica!! La colpa non è del giudice, che nella politica trova l'america, è nostra perchè glielo consentiamo! Aggiungo che io, molti anni fa, ho lavorato presso la procura di Milano: potrei scrivere un libro sui magistrati e sulle "cose" che fanno!!

    Report

    Rispondi

  • ottina

    18 Marzo 2009 - 15:03

    questi magistrati, anzi dimenticavo, questi dipendenti statli troppo pagati, lavorano poche ore alla settimana e vanno in ufficio solo per scambiarsi qualche opinione sul da farsi con altri colleghi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog