Cerca

L'appello di Silvio a Obama:

"Barack, salvaci tu"

L'appello di Silvio a Obama:
I maligni dicevano che il nuovo presidente degli Stati Uniti, il messia Barack Obama, non avrebbe ceduto alle battute e alle gag di Silvio Berlusconi. Sono stati smentiti dal ritrovo dei G20 a Londra per affrontare l’annosa questione della crisi finanziaria ed economica. Annosa sì, ma il premier non ha perso il vizio di trasformarsi in protagonista della scena scherzando – e facendo ridere – proprio lui, Barack Obama, beccandosi anche il rimprovero della padrona di casa, la regina Elisabetta, per il troppo chiasso.
Il Cavaliere non pare essere rimasto turbato e ha rilanciato, lanciando l’appello “Obama salvaci tu”.
“Ho detto a Obama che si deve tirare su le maniche per far uscire il mondo dalla crisi visto che la crisi arriva proprio dall'America. Lui mi ha risposto che ho ragione e che l'importante è restare tutti insieme per risolvere i problemi”, ha detto il presidente del Consiglio ai giornalisti che lo interrogavano sulla impressione che gli aveva fatto l’inquilino della Casa Bianca.
"Ha lo sguardo acchiapponico" - “Obama ha una grande capacità di rapporti umani. Ha fatto a tutti un ottima impressione”, ha proseguito, chiudendo, ovviamente, con una battuta: “Come diceva Proietti… Acchiapponico, Obama ha lo sguardo acchiapponico”, precisando che il termine gli è venuto in mente dal momento che “ieri ho acceso la tv e a 'Porta a Porta’ c'era Gigi Proietti che ha fatto una serata fantastica...».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigisk

    03 Aprile 2009 - 12:12

    Berlusconi è un grande! E' un ottimo comunicatore e sa intessere degli ottimi rapporti personali con i vari capi di stato (vedi Putin e Bush) e oltretutto scherza ed è ricambiato (vedi Angela Merkel). Che dire: non è un politico migliore di altri, - per forza: è un imprenditore- ma almeno ci fa ridere e sorridere. Gli altri politici, vedi soprattutto la sinistra, ci fanno solo piangere!

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    03 Aprile 2009 - 10:10

    In nome del Popolo italiano e...americano !!!...Quando tutti si limitano a prendere atto delle differenze, ma...nessuno "interviene". Nell'ultima trasmissione di Annozero, ho seguito con attenzione uno degli interventi del magistrato Pier Camillo Davigo, che in visita in un penitenziario del North Carolina, ha saputo che una categoria di quei carcerati erano evasori fiscali, con 10/15 anni di pena da scontare (...da noi per tale condanna...ci vuole quasi un omicidio !!)...alla sorpresa dell'attuale Consigliere di Cassazione per le pesanti pene... gli è stato risposto: "...Perchè (costoro) hanno mentito al Popolo americano !!!". Ad intendere che questi evasori hanno "rubato" al Popolo americano (ritenuta grave offesa). Questa è la considerazione che negli U.S.A. c'è del "Popolo americano". In Italia, uno dei momenti in cui viene ricordato il Popolo italiano è nelle Aule di tribunale e, dispiace dirlo, ma meglio sarebbe se colà venisse cambiata formula, che sò...in nome della Repubblica...dove almeno verrebbero risparmiati "i molti" che in certe sentenze non si riconoscono e magari vorrebbero restarne "estranei". Rispetto agli U.S.A., c'è così tanta differenzadi "considerazione" etica per i due popoli ?? Se il Premier Berlusconi volesse veramente fare opera meritoria potrebbe mirare ad elevare il nome e la rispettabilità di questo nostro popolo..sceso pure al fondo delle classifiche europee... altro che "i numeri" di Londra !!! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • brianzolo

    03 Aprile 2009 - 09:09

    ......tutta italiana, ma l'ha prescritto il medico che noi si debba sempre fare i giullari della compagnia, specie se siamo ospiti in casa altrui ?

    Report

    Rispondi

blog