Cerca

Rasmussen segretario Nato

Silvio: Turchia mi ha dato l'ok

Rasmussen segretario Nato
Anders Fogh Rasmussen sarà il successore di Jaap de Hoop Scheffer alla guida dell'Alleanza atlantica. Il primo ministro danese sarà dunque il prossimo segretario della Nato. Lo rivelano fonti diplomatiche del vertice. Forte e decisiva la pressione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che dopo la cerimonia per i 60 anni della Nato ha avuto un colloquio di oltre mezz'ora al telefono con il presidente turco Abdullah Gul. E alla fine il veto turco è caduto: Erdogan si opponeva a Rasmussen perché lo ritiene protagonista di un'offesa all'Islam con la vicenda delle "vignette islamiche". Tre anni fa i cartoons anti-islamici pubblicati da un giornale danese provocarono un'ondata di proteste in tutto il mondo islamico. Erdogan, innanzitutto per problemi di politica interna, ha deciso di impugnare la bandiera dell'Islam e di contestare la scelta di Rasmussen fatta da Germania, Francia e Gran Bretagna e fatta poi accettare dagli Stati Uniti.
Un po' di merito nella nomina di Rasmussen spetta però anche al nostro presidente del Consiglio. Berlusconi ha infatti dichiarato che "il premier turco Erdogan ha dato a me l'accordo sulla nomina di Rasmussen a nuovo segretario Nato. Ci siamo quindi riuniti con gli altri leader e abbiamo proceduto formalmente" alla nomina. Io ero stato incaricato da de Hoop Sheffer di contattare Erdogan".
Sul fronte militare, i Paesi della Nato si sono impegnati a inviare fino a 5.000 militari in più in Afghanistan. Lo ha riferito la Casa Bianca. I soldati in più aiuteranno ad addestrare la polizia afghana e a migliorare la sicurezza in vista delle elezioni presidenziali di agosto. Secondo il portavoce Gibbs, la Gran Bretagna invierà 900 soldati, Spagna e Germania 600 ciascuna, mentre altri rinforzi verranno da Italia e Francia. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha indicato che l’Italia offre 524 uomini in più per le elezioni di agosto e per l’addestramento della polizia afghana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gmarcosig335

    06 Aprile 2009 - 10:10

    E' proprio vero che i vecchi detti o Italiani o Latini hanno sempre una grande valenza. Questi giorni abbiamo assistito al grande sforzo della sinistra Italiana e suoi fiancheggiatori di disinformare e mistificare degli episodio sul nostro Premier Silvio Fortunatamente vivendo in un epoca dove grazie a Dio non si dipende solo dai giornali e dalla tv di stato, ora l'opinione pubblica può avere le informazioni, reali e non manipolate da Internet ed avere così la fotografia vera delle notizie. Cosa aggiungere se no vergogna per chi ha voluto dare in questi giorni sulla Politica Internazionale e Nazionale una scarsa e scorretta informazione. Vergogna e vergogna, pur di infamare Berlusconi ns Premier si infanga il Paese,bene farebbe il Premier Berlusconi a non rilasciare più dichiarazioni a questi infami giornalisti, si limiti solo a comunicati scritti, dove "verba volant scripta manent" e li lasci nel loro Limbo di menzogne e malainformazione. Io limiterei eventualmente la conferenza stampa solo ad Agenzie serie ed internazionali, lasciando fuori tutti gli altri.

    Report

    Rispondi

  • micael44

    06 Aprile 2009 - 10:10

    Non ho ancora potuto leggere i giornali di sinistra: scommetto che per la telefonata di Berlusconi al turco Eldogan si siano scatenati come al solito circa le figuracce c he il nostro premier farebbe all'estero!

    Report

    Rispondi

blog