Cerca

Sisma, geologo del Cnr accusa:

"Uccidono le case fatte male"

Sisma, geologo del Cnr accusa:
"Si impegnino i denari pubblici per il risanamento dei centri storici e del patrimonio abitativo italiano per calare il rischio sismico, piuttosto che continuare a costruire senza criterio". È questa la risposta a caldo che Mario Tozzi, geologo del Cnr e divulgatore scientifico, ha dato questa mattina alla radio nel corso di un intervista fatta al "Ruggito del Coniglio". Parole che ha confermato più tardi anche ad Apcom in un'intervista telefonica. "Sappiamo - ha continuato il geologo - che il terremoto non uccide, è la casa fatta male che uccide, dobbiamo intervenire lì. Sarebbe veramente delittuoso non cogliere questa occasione dolorosa per ripensare allo sviluppo abitativo del paese e risanare quello che già esiste perché non crolli. Considerando il patrimonio abitativo nella regione - ha detto ancora Tozzi - dobbiamo aspettarci, purtroppo, che le cose siano peggiori di quanto si possa valutare in questo momento. L'Italia è un paese ad alto rischio sismico, dove ci sono migliaia di piccoli paesi con centri storici vecchi anche di qualche centinaio di anni, tirati su in tempi in cui i criteri antisismici erano estranei ai metodi di costruzione. Il sisma ha colpito una zona vasta intorno al capoluogo abruzzese dove risiedono piccoli centri, tutti con costruzioni in muratura che sono rimaste così com'erano per secoli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    11 Aprile 2009 - 17:05

    Appena passata l'emozione dei funerali :...il Sindaco dell'Aquila sostiene che non ci si spiega come alcune case siano crollate ed altre no !! Se penso a centinaia di morti...per una questione di polvere di cemento nella misura non sufficiente...mi sembra tutto così assurdo !! Questo, poi, in un territorio sismico. Quando leggo che negli anni passati (in regioni del Sud), sono stati costruiti ponti con alta presenza sabbiosa nelle "gettate" di cemento...mi vengono i brividi di sdegno !! Chi peggio degli sciacalli del cemento, del calcestruzzo, del tondino non zigrinato ??...legate alle immagini da catastrofe atomica !! Questa la rappresentazione che le TV hanno mandato sui nostri teleschermi. L'importante è che "questa volta" si voglia davvero "identificare" tutti i maggiori responsabili...di incurie e guadagni fatti sulla pelle della gente. Tecnici e responsabili che dovranno sicuramente avere la coscienza in subbuglio per quelle morti e che dovranno essere raggiunti anche dalla Giustizia terrena !! E' stata impressionante la visione di quelle macerie che evidenziavano il materiale sbriciolato, dove esperti hanno indiscussamente stabilito di una scarsa presenza di cemento in quelle strutture (dimostrate anche dai grandi polveroni sollevati ad ogni rovina verificatasi)...come pure l'inutilità di quei frontalini da sottotetti per compattare le parti alte...e serviti a poco o nulla perchè sotto mancavano i supporti necessari. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    08 Aprile 2009 - 09:09

    navigando in rete, ho cercato e trovato senza eccessiva fatica una pagina nella quale si indicano dei sistemi che potrebbero rendere meno pericolose le case gia esistenti. http://www.enco-journal.com/journal/ej30/bachiorrini.html La lettura è interessante, da qui si può tranquillamente arrivare al sito della ditta che importa il prodotto ed alla quale ho chiesto informazioni. Credo che una attenta lettura dell'intervento darebbe una conoscenza maggiore del fatto che con un minimo sforzo si potrebbero evitare tragedie maggiori. Le costruzioni italiane son fatte veramente male, e in economia il più delle volte, fatte salve le "fregature" di costruttori poco onesti che mischiavano le percentuali di materiali da costruzioni in maniera "ladronesca", e mettendo in condizione le case....di cadere al primo colpo di tosse. Le stesse abitazioni in Abruzzo, molte nuove, han messo in evidenza queste pecche che con il senno di poi, definirei criminali.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    06 Aprile 2009 - 17:05

    Se si prendesse come esempio Gemona! Ricostruita in ogni dettaglio e quel poco che si è salvato è stato ristrutturato seguendo i dettami antisisismici. Una volta tanto devo dare ragione ad ercole tranne quando fa il tifoso, sapendo che 3/4 di Italia è rischio sismico compreso tra 2 e maggiore di 10 xkè non agevolare l'aumento della volumetria solo xki ricostruisce secondo tecniche antisismiche? Ho visto nei filmati alcune case nuove distrutte, i controlli e le autorizzazioni sono stati fatti? NOn vorrei che sia la solita storia all'Italiana, mi dispiace per quelle persone che sono morte o restate senza casa non dicerto per coloro che erano consapevoli di quello che facevano contra legem

    Report

    Rispondi

  • jack1980

    06 Aprile 2009 - 14:02

    Ha ragione l'esperto, ma le case le ricostruiscano con i soldi dei proprietari, non con quelli pubblici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog