Cerca

Pd: sì agli aiuti internazionali

Silvio: "Facciamo da soli"

Pd: sì agli aiuti internazionali
Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ringrazia gli Stati stranieri che stanno dimostrando una grande attenzione nei confronti del nostro Paese, colpito dal terremoto, ma rifiuta gli aiuti economici. "L'Italia ha ricevuto molte offerte di aiuto dagli Stati esteri", ha fatto sapere il premier durante la conferenza stampa che si è tenuta a l'Aquila, "abbiamo detto grazie, ma abbiamo chiesto di non inviare i loro aiuti". Perché, ha assicurato Berlusconi, "siamo in grado di fare da soli: ringraziamo, ma bastiamo alle situazioni di emergenza". La posizione assunta dal capo del governo si scontra, naturalmente, con quella del segretario del Pd Dario Franceschini, che questa mattina ha invitato il governo ad accettare gli aiuti internazionali. "Chiediamo al governo di valutare il ricorso agli aiuti internazionali", ha detto Franceschini: "L'Italia si sta mobilitando con la parte migliore di sé. Ovunque si assiste ad un moto spontaneo di solidarietà. Ma in Abruzzo la situazione è di una gravità enorme. Per questo chiediamo al governo di valutare il ricorso alle strutture internazionali di protezione civile. Non c'è nulla di male. Noi stessi in passato abbiamo offerto il nostro aiuto ad altri Paesi come la Turchia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agosman

    08 Aprile 2009 - 09:09

    Credo che il presidente Berlusconi abbia ragione quando dice che non c'è bisogno di aiuto dal punto di vista tecnico perchè la nostra macchina della protezione civile non ha eguali nel mondo. E' il nostro fiore all'occhiello. Immaginiamoci la confusione che potrebbe generare un afflusso di uomini e mezzi superflui in un fazzoletto di territorio per giunta montagnoso interessato dal sisma. Sono passati appena tre giorni e le opere di scavo e salvataggio sono praticamente terminate. Ora si tratta di organizzare per il meglio la sistemazione delle persone colpite e darsi da fare per la ricostruzione delle case. Ecco, su questo punto possiamo discutere e se i nostri amici stranieri vorranno davvero dare una mano potranno farlo. C'è tanto da ricostruire e il loro aiuto accorcerebbe i tempi per dare ai nostri concittadini colpiti dal sisma un tetto sicuro. E per quanto riguarda Franceschini, lasciatemelo dire è quasi patetico, costretto ad abbassare fortemente i toni della polemica permanente per pura convenienza politica. Non durerà a lungo e vedrete che fra qualche giorno, finita l'emozione per il disastro ricomincerà a sputare rabbiosamente veleno e ad instillare odio verso il leader della maggioranza.

    Report

    Rispondi

  • Pascal50

    08 Aprile 2009 - 09:09

    Silvio,Presidente non capisco la tua presa di posizione.Gli aiuti non si rifiutano!!!.

    Report

    Rispondi

  • cirosergio

    08 Aprile 2009 - 09:09

    a sempre da ridire se vuol essere utile invii tutti gli stipendi suo ed dei poverini che lo seguano alla popolazione dell'abruzzo colpiti dal sisma (se il cavaliere accetava tutti gli aiuti avrebbe avuto da ridire eugualmente mi sembra bastian contrario)

    Report

    Rispondi

  • micael44

    07 Aprile 2009 - 18:06

    Forse il Presidente ha ragione sul rifiuto degli aiuti tecnici,dei quali,effettivamente,possiamo fare a meno; non capisco però il rifiuto degli aiuti economici. Non abbiamo forse bisogno di soldi?

    Report

    Rispondi

blog