Cerca

Appunto

Gerontocrati, il problema è che stanno bene

Ci sono tanti bamboccioni, ma l'alternativa sono i reduci di guerra che non si schiodano

Gerontocrati, il problema è che stanno bene

Aspettiamo che i gerontocrati muoiano tutti: forse è l’unica strada. Sono così vecchi che non dovrebbe mancare molto. Suonerà come l’ennesima «provocazione» (come si dice di ogni concetto che non sia banalissimo) ma forse è proprio così, la gerontocrazia che sovrasta il nostro Paese è troppo smaliziata perché a scalzarla siano giovani generazioni che viceversa sono troppo perbene, oneste, normali. I vecchi hanno fatto il dopoguerra, il Sessantotto, il terrorismo, hanno passato ogni buriana e insomma: non li affondi più. Le nuove generazioni, invece, sono cresciute inzuppate in sani principi neo-borghesi (meritocrazia, civismo, altruismo, bene comune) e hanno finito addirittura per crederci, fortunatamente: in altre parole sono migliori dei vecchi e dunque sguarniti delle armi per abbatterli. Ci saranno certo tanti bamboccioni, l’abbiamo detto, il problema è che dall’altra ci sono dei banditi, dei reduci di guerra: chi volete che vinca? Un bravo laureato di sani principi non ha alcuna probabilità di scalzare gente che ha sventolato ogni bandiera e ancora galleggia. Li voti, e sono lì. Non li voti, e sono lì. Li arresti, e sono lì. Li ammazzi, e spunta un parente. E allora arrendiamoci, aspettiamo che muoiano tutti: fanno anche pena, hanno i capelli bianchi e inseguono ancora il potere come criceti nella ruota. L’unico problema lo trovate nel titolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • don pizzarro

    15 Giugno 2012 - 10:10

    Che tempismo nello scrivere il pezzo. Ora che c'è il governo Monti (che io - preciso - non amo più di tanto) siamo in piena gerontocrazia. Ma non lo eravamo qualche mese fa, quando Primo ministro era un personaggio non certo di primo pelo. Ripeto: che tempismo.

    Report

    Rispondi

  • contenextus

    07 Giugno 2012 - 09:09

    Noi cittadini,attualmente schiavi fiscali,quali sistemi abbiamo contro questi ladri? Il voto e i referendum ce li scippano. Le nostre espressioni di volontà vengono diluite in un mare di burocrazia inutile. Le nostre necessità e i nostri diritti naturali sono compressi e subordinate ai bisogni del leviatano pubblico, tramite leggi liberticide. I nostri risparmi e le nostre proprietà,il nostro tempo e il nostro lavoro non sono rispettati,ma vengono usati come riserve di furto pubblico. I servizi che ci impongono,dato che ci sono negate le scelte di un libero mercato sano,sono infami ,se non scadenti. Ci lasciano ,per distrarci, tanti falsi obbiettivi, tanti dibattiti vani,tante parole insignificanti,bugie,battaglie politiche posticce,programmi solo enunciati e regolarmente traditi. A noi cittadini rimangono : rivolta fiscale,rivolta armata,astensione dal voto,default incontrollato a catena con implosione di eurozona ed euro. Forse grillo. Io non pagherò l'Imu.Per iniziare.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    06 Giugno 2012 - 09:09

    Forse perchè nel mio precedente commento mi auguravo la non-prematura scomparsa di alcuni di questi, allora mando questo commento, molto più pacato. Mi limito a dire che sono, come quasi sempre, in totale sintonia con quanto scrive Facci.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    06 Giugno 2012 - 00:12

    Prego che un vecchio comunista che sta su un colle di Roma schiatti presto... e non sarà maio troppo presto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog