Cerca

cavalleria rusticana

Sicilia: accoltella l'amante del padre per difendere l'onore dalla famiglia

Una ragazza di 22 anni ha trascinato fuori da un negozio la donna che "ha rotto l'equilibrio familiare" e l'ha ridotta in fin di vita

Una Cavalleria Rusticana moderna. Come nella novella di Verga, una ragazza di 22 anni ha accoltellato l'amante del padre, riducendola in fin di vita. La giovane ha motivato il suo gesto con "motivi di onore". La protagonista della brutale aggressione è Mariangela Azzolina, che ha ridotto in fin di vita la presunta amante del padre, Maria Zafarana, 52 anni. L'episodio è avvenuto in un paese dell'entroterra siciliano in provincia di Caltanissetta, Mazzarino. In paese giravano da tempo le voci su una relazione extraconiugale tra Luigi Azzolina, 45 anni, bracciante precario presso l'azienda Forestale, e Maria Zafarana. La moglie "cornuta" accusa la "svergognata". Continui litigi in famiglia. Fino a che Mariangela, la più grande dei tre figli, decide di vendicare l'onore della famiglia.

La vendetta - Si arma di un coltello a serramanico, raggiunge il negozio di scarpe di proprietà di un'amica di Maria Zafarana, frequentato da quella che ritiene la causa delle crisi nella sua famiglia. Nel negozio Mariangela trova la donna che cercava. L'ha fatta uscire con la scusa di doverle parlare, ha estratto il coltello e le ha sferrato all'improvviso numerosi fendenti sotto gli occhi del proprietario di una vicina tabaccheria e di un passante. Sono stati loro a intervenire e a a immobilizzare la ragazza prima che fosse troppo tardi, mentre qualcuno telefonava ai Carabinieri. I militari, al loro arrivo, hanno trovato la vittima stesa a terra, in un bagno di sangue, mentre la ragazza aveva ancora in mano il coltello. Per Mariangela è scattato l'arresto con l'imputazione di tentativo omicidio, porto e detenzione illegale di coltello del genere vietato. Maria Zafarana, è stata soccorsa da un'ambulanza del 118, medicata e trasferita con un elicottero all'ospedale di Caltanissetta dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravi, ma si salverà.

caltanissetta

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blackindustry

    03 Maggio 2012 - 16:04

    Il vero onore è ben altro, non cronache rosa! Quelle sono chiacchiere da parrucchiera e da medioevo. Il vero onore sta nel mantenere la parola data, nell'avere una morale nel rapportarsi al prossimo, non nel limitare la vita altrui con la violenza, come ha fatto quella giovane assassina, come fanno i talebani!!! Se avesse accoltellato un violentatore, un delinquente, l'avrei capita e avrei dato il mio plauso, ma uccidere per queste beghe da gente per la quale la peggiore offesa è darsi del cornuto... Prigione a vita!

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    03 Maggio 2012 - 14:02

    finalmente qualcuno che difende l'onore.

    Report

    Rispondi

  • Marcoenrico

    03 Maggio 2012 - 13:01

    Pensa solo se fossero state voci di paese e non fosse vero.

    Report

    Rispondi

  • Liberamentelibero

    03 Maggio 2012 - 11:11

    delle realtà simili, dove per "difendere l'onore della famiglia" si accoltelli la nuova compagna di vita del padre...ma dai siciliani, ribellatevi! Pare di essere nel medioevo musulmano di cui tanto si sente parlare! Si vede dove hanno governato i turchi coloniali in sicilia...è tempo di cambiare!

    Report

    Rispondi

blog