Cerca

Trucco stupefacente

Cane corriere della droga
arrestato il padrone

L'animale aveva in pancia cinque ovuli di cocaina

Oltre che di possesso ai fini di spaccio, l'uomo è accusato di maltrattamento di animale

Utilizzava il suo cane come autentico corriere della droga, ma i carabinieri, dopo lunghe e articolate indagini, sono riusciti a mettere fine alle sofferenze dell' animale e ad arrestare un pregiudicato di Pontedera trovato in possesso di 2,5 kg di cocaina e 24 mila euro in contanti. Al cane, un dogue de bordeaux, il padrone, Massimo Pracchia, 32 anni, aveva fatto inserire nello stomaco, attraverso un intervento chirurgico eseguito da un veterinario compiacente, cinque ovuli contenenti cocaina. L'uomo è accusato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e maltrattamento di animali in concorso con il veterinario.

pontedera

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    06 Maggio 2012 - 10:10

    LIBERANDOSI E FACENDO ANCHE UN FAVORE AL'UMANITA'tanto,nella giustizia umana,questo tipo se la caverà con poco.

    Report

    Rispondi

  • perfido

    05 Maggio 2012 - 11:11

    si potrebbe infliggere, al proprietario del cane ed al veterinario, la seguente pena: il Pracchia, dovrebbe pulire per 8 ore al dì, tutti i canili della zona; mentre il veterinario, impegnato per le stesse ore, al seguito del Pracchia, per vigilare sulla qualità della pulizia. Sono pene contemplate nel C.P.???. Forse no, signor giudice, vero???. Altri soldoni, per i processi e quant'altro gira intorno, tutto per una "testina". Ed io pago, anzi, noi paghiamo. Solo perchè non siamo in una Italia democratica. Saluti.

    Report

    Rispondi

blog