Cerca

Aosta, bimbi abbandonati

Trovata la coppia in fuga

Aosta, bimbi abbandonati
Si aggiravano per i boschi vicino ad Aosta, Caterina Remhof e Sascha Schmith, la coppia di tedeschi scomparsa domenica dopo aver abbandonato in una pizzeria d'Aosta tre bimbi di 4 e 6 anni, e 7 mesi, Jonas, Sandra e Tim. I tre bimbi, affidati dal Tribunale dei Minori agli assistenti sociali della Germania, domani potranno riabbracciare i nonni, che abitano a Finnentrop, nel Nord Westfalia. Il padre di Caterina ha già perdonato sua figlia: "Ti prego torna a casa. I tuoi figli hanno bisogno di te".  I due, in un primo momento, hanno cercato di negare la propria identità, ma presto sono crollati. Sascha Smith, 24 anni, dovrà rispondere del reato di evasione: detenuto per furto, aveva approfittato di una licenza premio per accompagnare Caterina con i suoi bambini in Italia. Sarà invece inquisita per abbandono di minori la sua compagna, 26 anni, madre dei piccoli abbandonati, una vita sbandata alle spalle, l'ex marito, padre dei tre bambini, in carcere per aver ucciso il quarto loro figlio. È stata la segnalazione di una donna a mettere gli inquirenti sulla pista giusta: mercoledì la testimone aveva detto alla polizia di averli visti intorno alle 18.30 del giorno prima: si erano rifugiati all’interno di un’Ape verde parcheggiata sulla strada comunale tra Saint-Christophe e Quart. La stessa testimone ha poi riferito di aver trovato altre tracce del loro passaggio, tra cui un giaciglio in un capanno e numerosi mozziconi di sigaretta.

Passato burrascoso - Il quotidiano tedesco Bild ha pubblicato nuovi dettagli sul passato della coppia in fuga. Sascha Schmidt è scappato in Italia insieme alla compagna dopo aver ottenuto un permesso dal carcere. La Remhof aveva sposato sette anni fa il padre dei suoi figli, Sven, 30 anni, condannato a giugno del 2007 a due anni di carcere per aver provocato la morte della terza figlia, di sette mesi, scuotendola violentemente. Prima della reclusione Sven aveva messo di nuovo incinta la moglie, che ha poi partorito Tim. Caterina andava a trovare il marito in prigione, ma durante le frequenti visite si è innamorata di un altro detenuto, Sascha, condannato per furto con scasso. Durante un permesso di uscita dal carcere, Sascha è partito con Caterina e i bambini per l'Italia. Da Finnentrop, in Westfalia, il padre di Caterina aveva lanciato un appello alla figlia: «Ti prego, torna a casa, i tuoi figli hanno bisogno di te».

L'abbandono e la fuga - Domenica sera la coppia aveva lasciato i tre bambini in una pizzeria del capoluogo valdostano. Dopo aver ordinato le pizze, si erano allontanati dal locale con la scusa di una sigaretta. Da quel momento avevano fatto perdere le loro tracce. In seguito al ritrovamento di un diario nella borsa della ragazza, in cui la giovane donna faceva menzione delle sue gravi difficoltà economiche e dei problemi di droga del suo fidanzato, era stata in un primo momento valutata l'ipotesi di un possibile suicidio dei due. Ipotesi però in breve tramontata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog