Cerca

Varese, uccidono coetaneo

e lo seppelliscono in giardino

Varese, uccidono coetaneo
Prima lo hanno accoltellato una volta. Poi una seconda, una terza. Dieci in tutto i fendenti. Quindi lo hanno finito a colpi di piccone. Lo hanno infine avvolto in un telo e seppellito sotto un metro di terra. Gli agenti della squadra mobile di Varese hanno arrestato Jacopo Merani, 20 anni, e Andrea Bacchetta, 19, entrambi disoccupati: i due sono accusati di essere i responsabili dell’omicidio del 17enne Dean Catic, assassinato con "inaudita ferocia" lunedì scorso. L'omicidio sarebbe maturato dopo una serie di screzi tra la vittima e gli arrestati avvenuta all'interno di un bar e conclusasi poi nell'auto della vittima.Secondo la ricostruzione effettuata dalle forze dell'ordine, il 17enne assassinato non sarebbe morto sul colpo. Dopo essere stato più volte colpito, ha cercato infatti di fuggire salendo sulla sua auto, ma e stato raggiunto dall'ennesima coltellata proprio in mezzo alla schiena. Il ragazzo, ancora vivo, viene quindi caricato sulla macchina e portato nel giardino della casa di Merani. Qui i due gli fracassano il cranio a picconate, poi il corpo viene avvolto in rotoli di cellophane e seppellito.
Questioni di droga - I due giovani fermati hanno confessato l’omicidio. Ancora da chiarire il movente: tra Catic e Merani ci sarebbero stati contrasti per motivi legati alla droga, di cui tutti e tre facevano uso e che spacciavano in piccole quantità. In casa di Merani e Bacchetta sono state trovate alcune decine di grammi di hascisc. La vittima si sarebbe incontrata con i suoi assassini in un bar, quindi un giro sull’auto di Merani e poi l’omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matrigna

    24 Aprile 2009 - 18:06

    Io questi stupidi italiani drogati che commettono tali atrocità li metterei al muro,anche perchè stanno dando un pessimo esempio ai delinquenti stranieri che così potranno dire,insieme alla solita sinistra, che anche gli italiani delinquono

    Report

    Rispondi

blog