Cerca

Il verbale dei pm

Daccò: "A Formigoni ho pagato
tre capodanni, jet privato e yacht"

Nell'interrogatorio, il faccendiere assicura: "Il presidente della Lombardia non mi ha mai restituito nulla"

Il consulente è in carcere dallo scorso novembre per le inchieste sui car della sanità lombarda
Daccò: "A Formigoni ho pagato
tre capodanni, jet privato e yacht"

 

Lo yacht di Pierangelo Daccò da giugno a settembre a disposizione di Roberto Formigoni. Secondo quanto scrive La Repubblica, il consulente in carcere ad Opera dal 15 novembre scorso avrebbe ammesso in un verbale ai magistrati (il procuratore aggiunto Francesco Greco e i suoi sostituti) di aver pagato le vacanze del presidente della Regione Lombardia, il quale non gli avrebbe " mai restituito nulla", diversamente da quanto va sostenendo il governatore.

Daccò avrebbe confermato quanto dichiarato da un marinaio dello yacht «Ad Maiora», ammettendo che, da diversi anni nel corso della stagione estiva il suo yacht fosse "a disposizione" di Formigoni. Il presidente della Lombardia, avrebbe inoltre aggiunto Daccò, è stato "mio ospite" in almeno tre capodanni alle Antille. "Per quello del 2010/2011 - avrebbe messo a verbale Daccò - ho speso 100mila euro per il noleggio di un jet privato", quello della società Alba Servizi. Lo stesso faccendiere avrebbe svelato che in quel capodanno 2010/2011 "il jet ha portato me, Formigoni, il suo segretario Willy e Roberto Perego alle Antille e poi è tornato a riprenderci". Willy è Mauro Villa.

"Non mi metto a discutere e a contraddire una persona che è in carcere da oltre sei mesi e che ha tutto il diritto di difendersi" ha replicato Formigoni, che poi ha confermato la sua linea difensiva, asserendo di essersi pagato di persona quelle vacanze.

 

milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Sebastianovr

    30 Maggio 2012 - 18:06

    Che razza di politici abbiamom avuto , solo dei mangia soldi impastati come non mai in questo torbido mondo di mazzette e malaaffari , si come no risparmiando 10 anni si può mettere da parte un milione di euro , ma che cazzate si inventa anche Formigoni, comunque sia la magistratura dovrrebbe fare chiarezza e punire , noi che poveri cani ci svegliamo alle 07.00 del mattino e andiamo a casa alle 20.00 dpo aver sfachinato come un negro per 1.500,00 euro sudatissimi , e questi mangia soldi hanno il coraggio di dire che è tutto ok che sono soldi fatti così da risparmi ecc ecc. basta dire cazzate Formigoni Dimettiti che fai piu bella Figura e faresti l'uomo vero non la Pecora ma credo che tu preferisca fare la Pecora .. Saluti da Verona

    Report

    Rispondi

  • marcomanno

    28 Maggio 2012 - 08:08

    Sono accuse pesanti, se risultassero vere Formigoni dovrebbe dimettersi.

    Report

    Rispondi

  • S.Barbara

    28 Maggio 2012 - 06:06

    Stamattina,28 maggio, l'Unità titola contro Formigoni. Da sattimane non una parola su Penati. Nel primo caso la magistratura non ha emesso avvisi. Nell'altro caso ci sono avvisi ed altro a non finire. Tuttavia, Formigoni è il diavolo. Ma Penati....?? La solita strategia comunista: denigrare l'avversario, anche se innocente, fino a farlo linciare dalla folla!

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    27 Maggio 2012 - 18:06

    Sapete il POERELLO,non conserva ne scontrini fiscali,ne ricevute di pagamento,ne estratti conto delle Banche,ne biglietti ferroviari,aerei,taxi,autobus,paga in contanti saluti,lui è un VIRTUOSO italiano,cosa ci volete fare. Perciò non potrà mai dimostrare la SUA INNOCENZA....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog