Cerca

Il maltempo flagella l'Italia

Due morti in Sicilia

Il maltempo flagella l'Italia
Il maltempo sta flagellando l'Italia. E ha provocato la morte di due persone in Sicilia. Secondo gli esperti la situazione non migliorerà nei prossimi giorni: freddo e pioggia continueranno a farla da padrone fino al primo maggio, soprattutto al Nord. L'emergenza maltempo è dunque scattata in queste ore, con neve, piogge e frane a nord e forte vento al sud: Rosario Cona, 63 anni, sposato e con tre figli, custode di Villa Trabia, a Palermo, è morto dopo essere stato colpito da un grosso ramo mentre stava chiudendo il cancello del parco per evitare che entrassero persone, in quanto erano già caduti altri rami. L'incidente mortale è avvenuto verso le 10,30 proprio all'ingresso della Villa in via Salinas. Cona era uno dei custodi del parco. A Rometta Marea (Messina) invece Rosario La Spina, 62 anni è morto, rimanendo schiacciato sotto un cancello di ferro di un'abitazione in contrada Vera. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l'uomo si era recato nell'abitazione, di proprietà di un suo amico, per controllare i cani. Giunto davanti alla casa ha cercato di entrare, ma il cancello per il forte vento è uscito dai binari e gli è caduto addosso, uccidendolo sul colpo.
Numerosi i feriti. Centinaia le chiamate ai centralini dei vigili del fuoco per alberi sradicati, cartelloni pubblicitari e pali della luce divelti. Alcuni voli diretti all'aeroporto del capoluogo siciliano sono stati dirottati nei più vicini scali.
Le condizioni meteo non aiutano poi gli sfollati abruzzesi: la protezione civile prevede infatti ancora per tutta la giornata di domani rovesci o temporali anche di forte intensità. Le precipitazioni potrebbero essere accompagnate da forti raffiche di vento. In giornata previsti temporali anche sulla Sardegna e sul settore centro-meridionale tirrenico.
Sicilia - Il forte vento di scirocco con raffiche che hanno raggiunto i 120 Km orari sta piegando la Sicilia, soprattutto Palermo. Diversi gli incidenti. I trasporti via mare per le isole minori siciliane sono stati interrotti. Nove voli sono stati dirottati sugli scali di Catania e Trapani e altri sette in partenza sono stati cancellati.
Lazio - Maltempo anche nella capitale. Un ciclista che percorreva via Acciarella, ad Anzio, sul litorale romano, è stato colpito da un albero caduto proprio al suo passaggio. L'uomo è stato trasportato in ospedale ed è in gravi condizioni. Due giorni fa, invece, un albero è caduto in via Panama, a Roma, e si è abbattuto su una motocicletta sulla quale c'erano due persone, marito e moglie, quest'ultima ferita in modo grave.
Liguria - Flagellata dal maltempo anche la Liguria, dove una frana a Ventimiglia ha provocato il ferimento di due persone. Un masso è precipitato su una vettura in transito ferendo le due persone a bordo. I pompieri hanno chiuso, a scopo precauzionale, l'intero tratto stradale per Ventimiglia alta.
Valle d'Aosta - Pioggia e neve anche a bassa quota (1.500-1.700 metri): cresce il pericolo valanghe, classificato come 'forte' (grado quattro su cinque). Diffuso un avviso di criticità idrogeologica per il rischio di frane e smottamenti.
Piemonte - A causa delle piogge incessanti che da quattro giorni si stanno abbattendo sulla regione, particalare attenzione è riservata al livello di fiumi e laghi: e nevica dai 1.400-1.600 metri in su. Per le prossime 24 ore sono ancora previste piogge diffuse e nevicate da 1.500-1.600 metri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog