Cerca

Truffa al Comune di Milano

Sequestrati 400 milioni

Truffa al Comune di Milano
 Oltre 400 milioni di euro sono stati sequestrati su disposizione del Tribunale di Milano a quattro istituti di credito e a due persone indagate nell'inchiesta sulla truffa relativa ai contratti derivati stipulati dal Comune di Milano (nella foto il sindaco, Letizia Moratti). Il maxisequestro, chiesto e ottenuto dal pubblico ministero milanese Alfredo Robledo, è stato eseguito dalle Fiamme Gialle e riguarda Ubs, Deutsche Bank, JP Morgan e Depfa Bank. Gli istituti bancari, tramite alcuni loro funzionari, anch'essi finiti nel registro degli indagati, avrebbero organizzato secondo l'accusa l'emissione di derivati «spogliando dolosamente Palazzo Marino». Il sequestro avrebbe anche interessato l'ex direttore generale del Comune meneghino, Giorgio Porta, che avrebbe «organizzato, controllato e coordinato» l'emissione dei derivati, e Mario Mauri, allora componente tecnico della commissione comunale che secondo gli inquirenti strutturò l'operazione, rivelatasi poi fallimentare per l'amministrazione. Le persone fisiche indagate sono 14 tra manager e funzionari dei quattro istituti di credito, oltre all'ex direttore generale di Palazzo Marino e al consulente tecnico. A questi si aggiungono le quattro banche finite sotto inchiesta in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti. I contratti derivati finiti sotto la lente degli inquirenti riguardano gli anni che vanno dal 2005 al 2007.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uycas

    28 Aprile 2009 - 10:10

    non vorrei che l'ecopass sia stato istituito per pagare questo debito aleatorio senza certezza di prezzo, soprattutto tutto sponsorizzato da Banca Intesa = comunione e liberazione

    Report

    Rispondi

blog