Cerca

Spreco di fondi

"Emergenza" terremoto, altri 73 milioni in Irpinia

Intanto in Emilia si vive ancora in tenda dopo un mese

L’ultima distribuzione a pioggia: 51 milioni in Campania e 22 in Basilicata. Fra i Comuni beneficiati anche chi non ha avuto danni: 286 milioni restano inutilizzati

 

Dice: soldi per la ricostruzione in Irpinia? Per il terremoto del 1980? Ma ancora lì siamo? Così è: in Italia ci sono situazioni che restano come cristallizzate, immutabili e inarrestabili nei decenni. Una di queste è per l’appunto la marea di soldi che da trentadue anni continua a riversarsi nelle casse dei Comuni colpiti, il 23 novembre 1980, da quella terribile scossa. Anzi, meglio: nelle casse dei Comuni “colpiti” e anche di quelli “non colpiti”, ma su questa considerazione torneremo più avanti. In ogni caso altri 51 milioni sono stati assegnati alla bisogna. E però questi sono “solo” quelli dati alle località campane: nel decreto del ministero delle Infrastrutture, datato 26 marzo 2010 e però effettivamente concretizzatosi negli ultimi due anni, è compresa l’assegnazione di fondi anche ai Comuni della Basilicata che rientrarono nella lista: altri 22 milioni. Totale: 73 milioni di euro. E, come detto, si tratta solo dell’ultimo esborso: stando alle cifre ufficialmente fornite dalla commissione Terremoto 80, al lavoro da anni presso il ministero delle Infrastrutture, le cifre effettivamente stanziate negli anni in base alle leggi 219/81 e 32/92 arrivano a 29 miliardi di euro - ma il centro di documentazione della Camera ha quantificato anche gli sprechi, arrivando all’incredibile cifra di 67 miliardi di euro. Altra cosa: di quei 29 miliardi di cui sopra, solo 9,3 - vale a dire meno di un terzo! - sono stati utilizzati per "esigenze abitative", cioè effettivamente per ricostruire case ed edifici.

Leggi l'articolo di Andrea Scaglia su Libero di oggi giovedì 21 giugno 2012
o vai all'edicola digitale

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    22 Giugno 2012 - 09:09

    ...il 20/05 ha avuto un semicrollo della casa,al confine col ferrarese,per le scosse di terremoto.Fa fatica a camminare ma,sono certo,scenderebbe in piazza.

    Report

    Rispondi

  • gioch

    22 Giugno 2012 - 09:09

    E' amarezza di un novantenne,che quando vede le rivolte arabe,si chiede quando scoppierà la rivolta nordica.

    Report

    Rispondi

  • gioch

    22 Giugno 2012 - 09:09

    Preso dai fascisti e consegnato ai Tedeschi.Oltre un anno di lager a Bolzano(a mangiare bucce di patata raccolte da un letamaio);condannato a morte a Ferrara(amnistiato per il compleanno di Hitler).Dopo quasi settant'anni di democrazia è giunto ad una conclusione:solo Mussolini potrebbe governare questo merdaio.Firmato Mio Padre.

    Report

    Rispondi

  • oasis77

    21 Giugno 2012 - 10:10

    Sono stato colpito marginalmente dal terremoto.. o meglio il mio appartamento costruito 1 anno fa ha tenuto molto bene.. ho fatto fare (a mie spese ovviamente) una perizia da un ingegnere.. ogni sabato e domenica portiamo beni di prima necessità ai terremotati.. quando leggo queste cose non so più cosa scrivere.. cosa pensare.. non so che che offesa scrivere..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog