Cerca

Giustizia al contrario

Spara a zingari ladri
Deve risarcirgli 120mila euro

La vicenda di Ermes Mattielli, oggetto di una ventina di furti in tre anni. Per i giudici ha avuto una reazione spropositata

Spara a zingari ladri
Deve risarcirgli 120mila euro

 

Spara, ferisce due nomadi che stanno svaligiando il suo deposito di rigattiere e il giudice lo condanna a risarcire le «vittime» con 120 mila euro. Il tribunale di Schio, in provincia di Vicenza, ha deciso che Ermes Mattielli, 59 anni, invalido e oggetto di una ventina di furti negli ultimi tre anni, per quei colpi fatti partire dalla sua pistola - legalmente detenuta - è responsabile di lesioni colpose attenuate dall’errata convinzione di doversi difendere da un pericolo. Insomma, secondo il magistrato - che oltre al pagamento della provvisionale ha condannato Mattielli ad un anno di reclusione, con pena sospesa - la reazione del derubato sarebbe stata spropositata. Il fatto risale alle 22.50 del 13 giugno 2006.

Leggi l'articolo integrale di Alessandro Gonzato su Libero in edicola oggi 6 luglio

 

schio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fonzy

    08 Luglio 2012 - 22:10

    Sinceri complimenti! sei l'unico ad aver creduto che il mio commento fosse serio !

    Report

    Rispondi

  • Fonzy

    08 Luglio 2012 - 11:11

    Complimenti! sei l'unico a credere che il tono del mio commento era davvero serissimo!

    Report

    Rispondi

  • sirartur

    07 Luglio 2012 - 22:10

    chi non ha provato a trovarsi i ladri in casa la notte , svegliandosi all'improvviso, non potrà mai capire quanto questo cambi in peggio la vita. a me , purtroppo è successo e, il danno economico si dimentica presto ma la paura rimane per anni. questo augurerei al giudice , ma loro son coraggiosi e si fanno affidare la scorta !!! quanto è comodo però....

    Report

    Rispondi

  • giovannischiavo

    07 Luglio 2012 - 18:06

    Forse Fonty non è bene informato: di giudici veneti che lavorano nelle sedi venete ce ne sono molti, forse troppi ! e così non dovrebbe essere. Nei Tribunalini di provincia (tutte, non solo venete) c'è troppo rischio di sentenze condizionate da troppi fattori e questo a scapito del cittadino e della giustizia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog