Cerca

Il comune bergamasco

Romano di Lombardia dice no alle bocce per i pesci rossi

La proposta della leghista Eva Pescali

Il nuovo regolamento municipale vieta l'uso di acquari sferici o contenitori aventi pareti curve ed è stato emanato per la tutela e il benessere degli animali.
Romano di Lombardia dice no alle bocce per i pesci rossi

Il Comune di Romano di Lombardia, nella Bassa Bergamasca, mette al bando le famose bocce per i pesci. Il nuovo, e primo, regolamento municipale, emanato per la tutela e il benessere degli animali, vieta l'uso di acquari sferici o contenitori aventi pareti curve. Il curioso regolamento, proposto dall'assessore leghista Eva Pescali, è stato approvato. Il testo è composto da 22 articoli, 21 oltre a quello che vieta l'uso delle bocce per i pesci rossi anche nelle case private. In caso di violazioni sono previste sanzioni da parte della polizia locale.

Romano di Lombar

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    09 Luglio 2012 - 13:01

    da brava animalista, spero, non mangerai ne pesce ne carne per non far soffrire gli animali.

    Report

    Rispondi

  • brutus

    06 Luglio 2012 - 23:11

    Ma quanto prende di stipendio questa cretina ?

    Report

    Rispondi

  • Unpaesecivile

    06 Luglio 2012 - 16:04

    Ormai hanno raggiunto il ridicolo e evidentemente certi sindaci non hanno problemi di crisi a cui pensare. Se fosse stato più furbo avrebbe chiesto l'imu sugli acquari!

    Report

    Rispondi

blog