Cerca

Giustizia e polemiche

De Gennaro e la sentenza sul G8: "Solidarietà a vittime e poliziotti"

Il sottosegretario con delega ai Servizi ed capo della Polizia: "Conosco il valore dei funzionari condannati. Io sempre rispettoso della Costituzione"

"Quegli uomini tanto hanno contribuito ai successi dello Stato democratico nella lotta al terrorismo ed alla criminalità organizzata"
De Gennaro e la sentenza sul G8: "Solidarietà a vittime e poliziotti"

"Solidarietà per le vittime e per i funzionari condannati". Gianni De Gennaro, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai Servizi, ha commentato così in una nota ufficiale di Palazzo Chigi la sentenza della Cassazione che ha condannato in via definitiva per falsa testimonianza quattro funzionari di Polizia coinvolti nelle violenze alla scuola Diaz durante il G8 di Genova nel 2001. "Le sentenze della magistratura devono essere rispettate ed eseguite, sia quando condannano, sia quando assolvono", afferma De Gennaro, che all'epoca dei fatti era capo della Polizia. "In seguito alle decisioni per i gravi fatti di Genova, le competenti autorità hanno puntualmente adempiuto a tale dovere, operando con tempestività ed efficacia", ricorda l'attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai Servizi. "Per quanto mi riguarda - sottolinea - ho sempre ispirato la mia condotta e le mie decisioni ai principi della Costituzione e dello Stato di diritto e continuerò a farlo con la stessa convinzione nell’assolvimento delle responsabilità che mi sono state affidate in questa fase". Nella sua nota, De Gennaro aggiunge che "resta comunque nel mio animo un profondo dolore per tutti coloro che a Genova hanno subito torti e violenze ed un sentimento di affetto e di umana solidarietà per quei funzionari di cui personalmente conosco il valore professionale e che tanto hanno contribuito ai successi dello Stato democratico nella lotta al terrorismo ed alla criminalità organizzata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    27 Marzo 2014 - 20:08

    i poliziotti erano li per dovere i dimostranti per odio

    Report

    Rispondi

  • psforever

    11 Luglio 2012 - 12:12

    altro che con i manganelli..dovevano entrare con i lanciafiamme contro quella massa di delinquenti

    Report

    Rispondi

  • Galleggiamo

    09 Luglio 2012 - 15:03

    è proprio quello che hanno fatto

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    09 Luglio 2012 - 14:02

    ...a Casal del Principe di camorristi incensurati ce ne sono tanti altri. Comunque tre gradi di giudizio cautelare hanno definitivamente deciso che Cosentino deve andare in carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso. Però puoi rivotarlo, schifoso che non sei altro, così ci rimane incensurato...che vergogna avere connazionali come te...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog