Cerca

Inversione di tendenza

In Italia multe troppo salate
La Camera studia "sconti"

Il presidente della commissione Trasporti Valducci: "Riduzioni dal 10 al 20% per chi paga subito con pos o carta di credito".

In Italia multe troppo salate
La Camera studia "sconti"

La mossa avrebbe un che di epocale, visto che da che mondo è mondo e da che automobile è automobile, la multe sono sempre e soltanto aumentate: vuoi per gli adeguamenti all'inflazione, vuoi per inasprire la lotta alle infrazioni stradali, specialmente quelle pericolose per la sicurezza. Ora, invece, il presidente della commissione Trasporti della Camera, Mario Valducci, annuncia l'intenzione di introdurre sconti sulle contravvenzioni. Che al convegno sulla sicurezza stradale organizzato dal Centro Diss di Parma, ha definito "in molti casi eccessive". Si tratta, sottolinea Valducci, "di una ipotesi già proposta in uno dei tanti decreti: prevede la possibilità di pagare le multe tramite 'pos'", ovvero con bancomat o carta di credito, "direttamente all’agente che rileva la violazione del codice e emette la contravvenzione. In questo modo - prosegue Valducci - l’automobilista potrà pagare immediatamente la multa con una riduzione che può andare dal 10 al 20 per cento, a seconda della tipologia dell’infrazione". Un modo per "velocizzare i pagamenti delle multe da parte dei cittadini - sottolinea il presidente della commissione Trasporti della Camera - che così pagheranno di meno, mentre i Comuni potranno incassare prima i soldi delle multe". Stesso discorso per le contravvenzioni rilevate dagli autovelox: "Si riceve a casa il bollettino e si può pagare subito, entro 5 giorni, con la riduzione dell’importo".

Insomma, mentre tutto sale (gas, luce, tasse) il divieto di sosta potrebbe costare di meno. Un contentino, in tempi di mungitura intensiva dei cittadini, che tuttavia potrebbero non gradire proprio le amministrazioni locali alle prese con blianci rosicati r che dalle multe incassano somme non indifferenti.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    11 Luglio 2012 - 12:12

    Premesso che le multe le prende chi non rispetta il codice della strada, la riduzione del loro importo è una vera cazzata, non trattandosi di tasse. E' una forma di indulto per i trasgressori a tutti gli effetti. MOLTO, MOLTO DISEDUCATIVO!!!! Sarebbe opportuno un intervento del Ministro Cancellieri.

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    11 Luglio 2012 - 08:08

    Premesso che le multe le prende chi non rispetta il codice della strada, la riduzione del loro importo è una vera cazzata, non trattandosi di tasse. E' una forma di indulto per i trasgressori a tutti gli effetti. MOLTO, MOLTO DISEDUCATIVO!!!! Sarebbe opportuno un intervento del Ministro Cancellieri.

    Report

    Rispondi

  • geofono

    10 Luglio 2012 - 21:09

    e limiti impossibili.Sulla circonvallazione Borgetto-Partinico in forte pendenza e con poche immissioni vige il limite di 50Km/h. Ovviamente serve solo per fare cassa e nulla c'entra la sicurezza della guida.Ad usare il freno quasi di continuo si va a 60 senza alcun pericolo che quello della multa per foraggiare servizi comunali inesistenti

    Report

    Rispondi

  • Barbadifrate

    10 Luglio 2012 - 19:07

    Lei dice, giustamente, che si può rimanere nelle regole per non farsi multare. Sottoscrivo sinceramente. Vorrei però dire che certi comportamenti della polizia non sono veramente nelle regole. Per esempio quando si nascondono dietro ai cespugli con l'autovelox sulle semiautostrade e aspettano quei poveretti che proprio in quel punto vogliono superare qualcuno che sta andando adagio. Credo che in quel caso la multa arriverà a casa del poveretto un bel po' di tempo dopo, quando lui, magari, non si ricorda nemmeno di essere passato da quelle parti. Io trovo questa trappola molto ingiusta, disonesta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog