Cerca

Furbetti a Genova

Timbravano e se ne andavano
Indagati 7 impiegati comunali

Affidavano a rotazione i cartellini di ingresso ai colleghi, facendoli timbrare. Il giorno successivo "restituivano il favore"

L'indagine è partita da una segnalazione interna. L'accusa per loro è di truffa aggravata

Sono accusati di truffa aggravata ai danni del Comune di Genova sette impiegati che sono stati sorpresi dagli agenti del Nucleo di polizia giudiziaria della polizia municipale a timbrare il cartellino e allontanarsi per intere giornate dal posto di lavoro. Gli indagati appartengono al servizio "Termotecnico" e alla Divisione territoriale III Bassa Valbisagno, entrambe facenti capo all’assessorato alle Manutenzioni. L’indagine, coordinata dal pm Massimo Terrile, aveva preso le mosse da una segnalazione interna. Gli accertamenti hanno portato gli inquirenti a scoprire che la truffa si protraeva da anni.

Gli impiegati indagati, secondo quanto appreso, affidavano a rotazione i propri cartellini elettronici di ingresso ai colleghi, facendoli timbrare senza neanche presentarsi al lavoro. Il giorno successivo "restituivano il favore". I loro ruoli erano di cooordinamento, si occupavano del persone del settore musei, del laboratorio di falegnameria, della manutenzione degli impianti tecnici. Sono tutti uomini dell’età compresa tra 53 e 55 anni. Nei loro uffici e nelle aree di lavoro nei giorni scorsi sono scattate le perquisizioni. Il personale della polizia municipale ha sequestrato documenti relativi ai turni di lavoro, alla registrazione delle presenze, al lavoro svolto. Il materiale è ora a disposizione della procura e sarà analizzato per chiarire le singole responsabilità. L’ufficio di riferimento dove avvenivano le "timbrature" irregolari è quello di via Oristano, nel quartiere di San Fruttuoso.

genova

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvano45

    13 Settembre 2013 - 19:07

    ecco perchè quei farabutti dei nostri politici ora vogliono assumere altri dipendenti dello stato a migliaia se questi e non sono i soli escono dagli uffici e sappiamo che comunque non facevano niente bisogna far vedere almeno gli uffici pieni.A proposito quella manda di competenti dei dirigenti della PA dove erano? non controllavano? Per i suddetti impiegati nessuna preoccupazione appena in tribunale verranno rilasciati con scuse e potranno chiedere i danni allo stato, la nostra magistratura funziona così

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    13 Luglio 2012 - 18:06

    Accetto scommesse. Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • Angela70

    13 Luglio 2012 - 16:04

    in qualunque posto!

    Report

    Rispondi

  • vitali vanna

    13 Luglio 2012 - 11:11

    Quanti, ma quanti ne ho visti che, durante le ore di lavoro vanno dal parrucchiere o a fare la spesa al mercato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog