Cerca

Casta irpina

Stoppa l'auto blu
di De Mita junior
Vigilessa punita

L'agente aveva impedito al figlio dell'ex leader Dc di entrare nell'area pedonale istituita a Pratola Serra per la sagra della polpetta

Stoppa l'auto blu
di De Mita junior
Vigilessa punita

Aveva detto "no" alla casta, nel suo piccolo. Qualche giorno fa la vigilessa Carmen Pace Parrella, aveva stoppato l'auto blu con a bordo Giuseppe De Mita, vicepresidente della giunta della Regione Campania e figlio dell'europarlamentare Ciriaco, che intendeva "violare" la zona pedonale istituita nel paesino irpino di Pratola Serra in occasione della locale sagra della polpetta. "Di qui non si passa" aveva detto la vigilessa di fronte all'autista di De Mita junior, che le aveva anche fatto vedere la paletta. Quell'atto di coraggio le è però costato caro: è infatti stata punita con un provvedimento disciplinare dal sindaco del paese, Antonio Aufiero, dell'Udc come De Mita. E dire che l'agente si era limitata a far rispettare proprio un'ordinanza del primo cittadino. Ma Giuseppe De Mita respinge le accuse e fa sapere: "Nell'occasione in questione non avevo l'auto di servizio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • metallurgico

    04 Settembre 2012 - 00:12

    che bello avere l'auto blu con autisti a turno 24h. assicurazione pagata dallo stato, bollo pagato dallo stato, multe pagate dallo stato, pedaggi pagati dallo stato benzina pagata dallo stato, tagliandi pagati dallo stato, gomme e olio lavaggi ecc. pagati dallo stato macchine sempre nuove e belle pagate dallo stato. CHE BELLO vivere alle spalle degli altri.

    Report

    Rispondi

  • ataloarico

    03 Settembre 2012 - 13:01

    Quando in Italia regnava indiscussa la dignità un signore, che aveva testimoniato alla posta l'identità di una povera donna che doveva prendere la pensione,si suicidò allorquando fu implicato nella questione. Ecco: a fronte di tutto quello che ho letto nei commenti, compreso il mio sdegno,io al posto di entrambi ......

    Report

    Rispondi

  • antonix

    03 Settembre 2012 - 10:10

    Logico questo signore si chiama De Mita, si trova ad essere vice Presidente, ha l'auto blu, e uno di quelli che sono più uguali degli altri. Il padre dovrebbe non essere in politica per quello che ha combinato, lui è li e non si sà il motivo.... no il motivo si sà,figlio d'arte e per giunta abusa del potere. L'unico che deve avere richiamo è il sindaco del paese per quello che ha fatto,punire l'agente per aver svolto il suo lavoro in modo integerrimo. La DC a cambiato nomi ma la corruzione e rimasta ed il pesce puzza dalla testa (a Roma)

    Report

    Rispondi

  • antiquark

    03 Settembre 2012 - 09:09

    Giusto... SOLIDARIETA' per la vigilessa, anzi, esortiamo TUTTI i vigili a fermare e multare le Auto Blu che non rispettano le norme sulla circolazione stradale. Almeno in strada NON devono poter fare i furbi. D'altronde la legge parla chiaro, puoi passare sulla corsia di emergenza, passare col rosso o contro mano sono in caso di GRAVO motivi di ordine pubblico a sirene spiegate. Non creo che la corsa per arrivare in tempo a vedere la partita sia un motivo di grave ordine pubblico

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog