Cerca

Un caso senza fine

Yara: ancora nessun colpevole
e 3 milioni di euro spesi per le indagini

Questa la cifra record utilizzata dai Ris per i supporti investigativi e risorse umane

Intanto per gli inquirenti si apre una nuova pista: spunta un nuovo testimone che afferma di aver visto, nel giorno della tragedia, un gruppo di ragazzi in motorino nel campo in cui venne ritrovato il corpo della ragazza
Yara: ancora nessun colpevole 
e 3 milioni di euro spesi per le indagini

Per il delitto di Yara Gambirasio gli inquirenti non hanno ancora trovato il colpevole ma una cosa è certa: ad oggi, le indagini sono costate quasi 3 milioni di euro. E' questo l'importo record speso tra i supporti investigativi e le risorse umane impiegati nella ricerca dell'assassino o degli assassini visto che gli inquirenti hanno ripreso una vecchia ipotesi, ovvero l'omicidio forse perpetrato da coetanei. La cifra esatta è di 2 milioni e 850mila euro e, per quanto rigurarda le spese investigative, le cifre sono alimentate dai ocosti di ogni campionamento di Dna (pari a 40 euro). Come scrive L'Eco di Bergamo "solo i Ris dei Carabinieri ne hanno catalogati 8.500. Sommandoli a quelli assunti dalla polizia si arriva a circa 14mila campioni biologici". Ai costi investigativi vanno aggiunti quelli professionali, soprattutto per tecnici esterni. Spese neccessarie, ma che stridono con il mancato ritrovamento di un colpevole. 

Un caso senza fine - Come annunciato dagli investigatori, ritorna l'ipotesi che l'omicidio sia stato commesso da un gruppo di giovani coetanei della povera Yara. Il giorno della tragedia, un testimone avrebbe visto dei ragazzi in scooter nel campo dove Yara è stata ritrovata. Quindi oltre alla precedente pista di Gorno, ora aprono nuovi scenari sull'omicidio.

Bergamo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angeli1951

    21 Settembre 2012 - 21:09

    Ci rendiamo conto che ogni volta che gli avvoltoi televisivi si infilano in qualche indagine tutto finisce in niente? Tra criminolighi falliti e poliziotti ed inquirenti che si credono nei telefim americani nasce solo il casino e si buttano soldi e giustizia.

    Report

    Rispondi

  • pricippo

    21 Settembre 2012 - 14:02

    i contribuenti italiani oltre a pagare il pranzo a questi parassiti del palazzo,devono anche accollarsi le spese per scovare i criminali.......basta,queste spese devono essere pagate in solido da chi commette i reati.

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    21 Settembre 2012 - 13:01

    vengano piuttosto sollevati i RIS e la PM per manifesta incapacità...e si chieda loro un adeguato risarcimento. Ogni mese una pista diversa!!! La signora RUGGERI è una incapace che meglio farebbe ad appendere la toga al chiodo!!!

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    21 Settembre 2012 - 13:01

    vengano piuttosto sollevati i RIS e la PM per manifesta incapacità...e si chieda loro un adeguato risarcimento. Ogni mese una pista diversa!!! La signora RUGGERI è una incapace che meglio farebbe ad appendere la toga al chiodo!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog