Cerca

Tragedia in Puglia

Cisternino, treno travolge tir a passaggio a livello: morto il macchinista, diversi feriti

Intorno alle 13.30 lo scontro in frazione Pozzo Faceto tra il Freccia Argento diretto a Lecce e un autoarticolato rimasto bloccato sui binari

Il camion ha attraversato con le sbarre in chiusura: rintracciato il conducente, un autista romeno, che era riuscito ad abbandonare il veicolo e a fuggire
Cisternino, treno travolge tir a passaggio a livello: morto il macchinista, diversi feriti

Un macchinista morto e diciotto passeggeri feriti, fortunatamente non in modo grave: è il drammatico bilancio dell'incidente ferroviario avvenuto poco dopo le 13.30 ad un passaggio a livello in località Pozzo Faceto, alla periferia di Cisternino (Br). Stando alle prime ricostruzioni della Polizia ferroviaria, un Tir avrebbe attraversato il passaggio a livello in chiusura, rimanendo però bloccato sui binari. A quel punto, il treno Freccia Argento partito da Roma e diretto a Lecce. In un primo momento il conducente del tir, un cittadino rumeno, è riuscito ad abbandonare in tempo la motrice e ad allontanarsi, ma poi è stato rintracciato dalla Polizia. Ora è sotto interrogatorio. 

Circolazione bloccata - La circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Lecce, è interrotta dalle 13,40 a seguito dell’incidente stradale avvenuto al passaggio a livello della Strada Provinciale 7 a Cisternino (Br). In una nota, RFI riferisce che   a una prima ricostruzione risulta che un camion ha indebitamente attraversato il passaggio a livello sulla SP 7, violando il Codice della Strada (articolo 147), mentre le sbarre erano in chiusura rimanendo sulla sede ferroviaria.  Inevitabile l’impatto con il treno Frecciargento 9351 (Roma - Lecce) che è uscito dai binari.

Il precedente - Si tratta del secondo incidente dalla dinamica simile avvenuto in Puglia nell'ultima settimana. Solo lo scorso venerdì 21 settembre, infatti, un autobus dell’Amtab era stato travolto poco dopo le 7 di mattina da un treno merci mentre attraversava un passaggio a livello a Palese-Macchie, alla periferia nord di Bari. Fortunatamente in quel caso non ci sono state vittime: sul mezzo pubblico non c'erano passeggeri e l’autista è riuscito a fuggire prima dell’impatto con il treno, che ha distrutto l’autobus. I due macchinisti del locomotore hanno riportato ferite non gravi e un forte stato di choc.  

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudio13

    25 Settembre 2012 - 07:07

    visto che può succedere creare uno spazio di sicurezza o più semplicemente un pulsante di allarme per avvisare i treni in arrivo per le ferrovie statali è troooppo tecnolocicamente complicato? quando hanno eliminato i casellanti un surrogato potevano metterlo.

    Report

    Rispondi

blog