Cerca

Propaganda anti-italiani

Bolzano riscopre l'irredentismo

Propaganda anti-italiani
 A Bolzano e dintorni le formazioni politiche che spingono per l'autodeterminazione del Tirolo guadagnano consensi a vista d'occhio e anche nelle valli i voti fioccano per chi promette alla cittadinanza di cancellare la denomi­nazione Alto Adige da docu­menti, timbri e cartelli comuna­­li. «Il nostro partito-anima ha perso la bussola», dichiara al Corriere della Sera uno sconso­lato Leopold Steurer, storico, parlando dell'Svp. In città sui muri non si fatica a individuare la scritta "Via dall'Italia" vergata in tedesco dai giovani di estrema destra, bacino sempre crescente del sentimento irredentista che tra le montagne contribuisce a riabilitare le figure dei terroristi che negli anni Sessanta fecero esplodere bombe contro gli italiani, oggi considerati dai più «combattenti per la libertà», at­tivisti e non terroristi. Nelle ultime settimane le cose hanno subìto un'accelerata: il PdL ha chiesto a gran voce il commissa­riamento del Comune di Bolzano «perché non difende l’antifascismo». Gli Schützen hanno marciato per l’abolizione del monumento dell’Alpino di Merano, considerato «fasci­sta», anche se da decenni l'opera è ri­dotta a un rottame causa bombe anti-italiane. Il gior­no della manifestazione a presi­diarne i resti c'erano 600 poli­ziotti, esibizione muscolare che la comunità tedesca non ha affatto gradito. I fiori alla base della statua sono stati poi trafugati da due in­segnanti tedeschi, denunciati per furto aggravato dai Carabi­nieri, accusa valutata come un’altra provocazione. «La poli­tica debole produce frutti mala­ti» dice il presidente del Consi­glio provinciale Riccardo Dello Sbarba all'inviato del quotidiano di via Solferino. «Tre giorni fa - accusa - l’Svp ha modificato il pro­prio statuto per non permette­re più la candidatura di perso­ne di lingua italiana. Per paura del declino rompe la conviven­za democratica e rischia di can­cellare tutto quel che è stato co­struito con fatica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    05 Gennaio 2010 - 21:09

    Così si è sempre chiamata questa terra,nome che deriva da Castel Tirol,il colle sopra Merano,e così dovrebbe ancora chiamarsi,ma gli occupanti Italiani vincitori nel 1918,imposero ai vinti molte umiliazioni,tra cui il cambio della toponomastica e l'italianizzazione forzata, che questo popolo da sempre fiero ed indipendente non ha mai accettato,per non perdere la propria identità e le proprie tradizioni secolari.Il loro eroe di riferimento è Andreas Hofer,che al tempo dell'occupazione francese con le truppe napoleoniche che avevano invaso il territorio,costituì un nucleo di ribellione contro di loro con vari attentati (quindi la storia si è ripetuta)e infine venne catturato e giustiziato a Mantova.Detto questo,visto che ci riempiamo continuamente la bocca di democrazia,autodeterminazione dei popoli e cose simili,diamo loro la possibilità di decidere con un referendum dove stare,come del resto fece l'Austria nel 1866 con il popolo Veneto,che optò per l'annessione all'Italia.Se scelgono di unirsi all'Austria,già loro madrepatria,non vedo cosa cambi,visto che è sempre Europa.Forse però,cambierà per loro,perchè tutto il grasso che l'Italia gli assegna adesso,ricordiamo che l'Italia restituisce l'80 per cento, con l'Austria potranno scordarselo di sicuro,e le tasse cominceranno a pagarle anche loro,comunque,contenti loro...

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    08 Maggio 2009 - 08:08

    Così si è sempre chiamata questa terra,nome che deriva da Castel Tirol,il colle sopra Merano,e così dovrebbe ancora chiamarsi,ma gli occupanti Italiani vincitori nel 1918,imposero ai vinti molte umiliazioni,tra cui il cambio della toponomastica e l'italianizzazione forzata, che questo popolo da sempre fiero ed indipendente non ha mai accettato,per non perdere la propria identità e le proprie tradizioni secolari.Il loro eroe di riferimento è Andreas Hofer,che al tempo dell'occupazione francese con le truppe napoleoniche che avevano invaso il territorio,costituì un nucleo di ribellione contro di loro con vari attentati (quindi la storia si è ripetuta)e infine venne catturato e giustiziato a Mantova.Detto questo,visto che ci riempiamo continuamente la bocca di democrazia,autodeterminazione dei popoli e cose simili,diamo loro la possibilità di decidere con un referendum dove stare,come del resto fece l'Austria nel 1866 con il popolo Veneto,che optò per l'annessione all'Italia.Se scelgono di unirsi all'Austria,già loro madrepatria,non vedo cosa cambi,visto che è sempre Europa.Forse però,cambierà per loro,perchè tutto il grasso che l'Italia gli assegna adesso,ricordiamo che l'Italia restituisce l'80 per cento, con l'Austria potranno scordarselo di sicuro,e le tasse cominceranno a pagarle anche loro,comunque,contenti loro...

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    08 Maggio 2009 - 08:08

    Così si è sempre chiamata questa terra,nome che deriva da Castel Tirol,il colle sopra Merano,e così dovrebbe ancora chiamarsi,ma gli occupanti Italiani vincitori nel 1918,imposero ai vinti molte umiliazioni,tra cui il cambio della toponomastica e l'italianizzazione forzata, che questo popolo da sempre fiero ed indipendente non ha mai accettato,per non perdere la propria identità e le proprie tradizioni secolari.Il loro eroe di riferimento è Andreas Hofer,che al tempo dell'occupazione francese con le truppe napoleoniche che avevano invaso il territorio,costituì un nucleo di ribellione contro di loro con vari attentati (quindi la storia si è ripetuta)e infine venne catturato e giustiziato a Mantova.Detto questo,visto che ci riempiamo continuamente la bocca di democrazia,autodeterminazione dei popoli e cose simili,diamo loro la possibilità di decidere con un referendum dove stare,come del resto fece l'Austria nel 1866 con il popolo Veneto,che optò per l'annessione all'Italia.Se scelgono di unirsi all'Austria,già loro madrepatria,non vedo cosa cambi,visto che è sempre Europa.Forse però,cambierà per loro,perchè tutto il grasso che l'Italia gli assegna adesso,ricordiamo che l'Italia restituisce l'80 per cento, con l'Austria potranno scordarselo di sicuro,e le tasse cominceranno a pagarle anche loro,comunque,contenti loro...

    Report

    Rispondi

  • 13131

    07 Maggio 2009 - 12:12

    mi sembra tutto un po' surreale: irredentismo, terroristi rivisitati, fascismo e antifascismo... sembra si parli di un'altra epoca! semplificheei così: se proprio vogliono, se ne vadano, basta che la si finisac con questa tragicommedia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog