Cerca

Sanità lombarda

Crac del San Raffaele
Daccò condannato a 10 anni
Ora Formigoni trema

L'amico del governatore lombardo colpevole di bancarotta e associazione a delinquere nell'inchiesta sulla distrazione di fondi dell'ospedale fondato da don Verzè

Dallo scorso luglio, l'esponente di Cl è indagato per corruzione nell'ambito dell'inchiesta sui presunti fondi neri costituiti attraverso la Fondazione Maugeri
Crac del San Raffaele
Daccò condannato a 10 anni
Ora Formigoni trema

Pierangelo Daccò è stato condannato a 10 anni con rito abbreviato dal Tribunale di Milano per bancarotta e associazione a delinquere nell’ambito dell’inchiesta sulla distrazione di fondi dell’ospedale San Raffaele. Dovrà inoltre restituire 5 milioni di euro alla Fondazione. "I processi terminano dopo la valutazione nel merito che fa il giudice d’Appello e dopo la rilettura della Cassazione. Questa potrebbe essere una sentenza coi piedi d’argilla, tuttavia mi riservo di leggere le motivazioni". E’ il commento a caldo dell’avvocato Giampiero Biancolella, legale di Pierangelo Daccò, condannato a 10 anni di reclusione col rito abbreviato dal Gup di Milano nell’ambito del procedimento sul San Raffaele. "Gli elementi di condanna - osserva Biancolella - sono gli stessi identici per i quali la Cassazione aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare per Daccò". I giudici di Milano hanno invece assolto il coimputato Andrea Bezziccheri per il quale erano stati chiesti 3 anni.

Daccò è da molti anni amico del governatore della Lombardia Roberto Formigoni, che è finito nel mirino dei giornali per alcune vacanze e cene che il faccendiere, coinvolto in appalti della sanità lombarda, gli avrebbe pagato. Dallo scorso luglio, Formigoni è indagato per corruzione con l'aggravante della transnazionalità nell'ambito dell'inchiesta sui presunti fondi neri costituiti attraverso la Fondazione Maugeri. Formigoni sarebbe stato corrotto con utilità per un valore di circa 7,8 milioni di euro  in relazione a 15 delibere regionali con cui sono stati stanziati per la Fondazione Maugeri rimborsi di circa 200 milioni in dieci anni.


milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ateo39

    04 Ottobre 2012 - 10:10

    a lui si adatta la terzina "Giustizia mosse il mio alto fattore; fecemi la divina podestate, la somma sapïenza e 'l primo amore. "

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    04 Ottobre 2012 - 09:09

    Finchè Silvio e CL non lo scaricano, non ha nulla da temere! Ma il giorno dopo...vacanze con Daccò!!!

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    04 Ottobre 2012 - 07:07

    non andrà mai in galera; ha contatti molto, ma molto in alto, parla direttamente col Padreterno. Sarà fatto beato, forse santo.

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    03 Ottobre 2012 - 19:07

    Non era innocente?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog