Cerca

Nuovi pirati

Egitto, peschereccio italiano sequestrato
Sette uomini in ostaggio

L'Artemide è stata intercettata a 25 miglia dalla costa e dirottata ad Alessandria

Del caso si sta occupando l’ambasciata italiana al Cairo. A bordo ci sono quattro italiani e tre tunisini

Un peschereccio italiano, l'Artemide di Mazara del Vallo (Trapani), è stato sequestrato da una motovedetta egiziana e dirottato nel porto di Alessandria. A bordo del natante, di proprietà degli armatori Salvatore e Matteo Bono, ci sono sette uomini di equipaggio, quattro italiani e tre tunisini. L’unità egiziana ha abbordato il motopesca per un controllo di routine a circa 25 miglia da Alessandria e poi il comandante ha deciso di sequestrarlo ordinando all'Artemide di fare rotta verso l’Egitto. Del caso si sta occupando l’ambasciata italiana al Cairo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nero60

    04 Ottobre 2012 - 17:05

    prima i libici adesso gli egiziani , e possibile che dobbiamo essere lo zerbino di tutti i beduini del mediterraneo ? quando tireremo fuori gli attributi caro terzi?

    Report

    Rispondi

blog