Cerca

Stilettate

Renzi a Marchionne: "Traditore"
Lui: "Sei la brutta copia di Obama"

Lo sfidante di Bersani ammette: "Avrà sempre questa macchia di aver preso in giro operai e politici dicendo una cosa che non avrebbe fatto". E il manager risponde: "E' il sindaco di una piccola, povera città"
Renzi a Marchionne: "Traditore"
Lui: "Sei la brutta copia di Obama"

Matteo Renzi "è la brutta copia di Obama ma pensa di essere Obama": lo ha detto l’amministratore delegato di Fiat e presidente di Acea Sergio Marchionne, parlando con gli studenti a margine di una tavola rotonda sulla mobilità a Bruxelles. Poi ha aggiunto, velenoso:  "E' il sindaco di una piccola, povera città". E' questa la risposta del manager del Lingotto al candidato alle primarie del Pd che in mattinata, parlando a Repubblica.it, aveva criticato Marchionne: "Non sono io ad aver cambiato idea, ma Marchionne che non solo ha cambiato idea, ma ha tradito: avrà sempre questa macchia di aver preso in giro operai e politici dicendo una cosa che non avrebbe fatto". Renzi, che si era detto favorevole al referendum in Fiat, ha spiegato così la sua scelta: "Ho solo detto in una intervista a Enrico Mentana che se fossi stato un elettore della Fiat, al referendum, che aveva alcuni profili di ricatto politico che Marchionne poneva, avrei votato per il sì, senza se e senza ma". "Andava ai congressi Ds dove c'erano D’Alema e Bersani, e Bertinotti ne parlava come 'il borghese buono'" ha proseguito Renzi, "ci sono interi album di politici che si facevano la foto con lui". 

Dopo D'Alema, Marchionne - Quello di Marchionne è il secondo attacco piuttosto villano a Renzi, dopo quello sferrato da Massimo D'Alema al compagno di partito (fino a quando?): "Si farà molto male", ha avvertito Baffino, presidente del Copasir, riferendosi allo sfidante di Bersani alle primarie del centrosinistra. Ma Renzi, toscano caliente, non fa attendere la sua replica al manager metà canadese metà abruzzese, con residenza nelle valli svizzere. Per la precisione, nell'amena Blonay, paesino di 5.000 anime sul lago di Losanna rinomato per il museo della Ferrovia Blonay-Chamby (vuoi mettere con gli Uffizi?). Marchionne, parola del rottamatore, dovrebbe “sciacquarsi la bocca prima di parlare di Firenze”. "Vorrei dire all’ingegner Marchionne che è liberissimo di pensare che io non sia un politico capace - ha scritto Renzi su Facebook -. Ma prima di parlare di Firenze, città che ha dato al mondo genio e passione, faccia la cortesia di sciacquarsi la bocca, come diciamo in riva d'Arno. Attacchi pure me, ma che senso ha offendere una città che si chiama Firenze e i suoi abitanti?".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dulbecco2

    11 Ottobre 2012 - 22:10

    proprio 2 cafoni andate fuori dalle sc...

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    11 Ottobre 2012 - 18:06

    Libero che dà del cafone agli altri!!! Da morir dal ridere

    Report

    Rispondi

  • babbone

    11 Ottobre 2012 - 16:04

    se fai fuori tutti questi magna magna senza aver mai lavorato, ti potrei votare, basta che passi a DESTRA sia chiaro.

    Report

    Rispondi

  • il cantastorie

    11 Ottobre 2012 - 16:04

    renzi non avendo figli spende i suoi soldi per prendere il jet, dalema che di figli ne ha due compra aziende agricole per la produzione di vino"baffino" da vendere poi in tutte le coop d'italia. Che c'è di strano?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog