Cerca

Bambino conteso

Padova, per incontrare Leonardo la Mussolini mobilita i ministeri e poi va in tv

La parlamentare Pdl a sorpresa presso la casa-famiglia dove alloggia il bimbo. I responsabili non le aprono, lei chiama la Cancellieri

Dopo un'ora e mezza di insistenze la Mussolini incontra Leonardo. Poi ne parla a Pomeriggio 5 ospite della D'Urso
Alessandra Mussolini

Alessandra Mussolini

 

Non si capisce se Alessandra Mussolini sia più indignata per il trattamento riservato al povero Leonardo, trascinato di peso via dalla sua scuola di Padova, o perché l'hanno lasciata un'ora e mezzo ad attendere in strada prima di poter entrare nella casa-famiglia dove ora il bambino alloggia. Di certo c'è solo una cosa: il blitz è valso alla deputata Pdl un'ospitata a Pomeriggio 5 di Barbara D'Urso.

Lei non sa chi sono io - Per la Mussolini la visita a sorpresa a Leonardo si è trasformata in un affare più complesso del previsto. I responsbili della struttura non la volevanop far entrare. A nulla l'è valso presentarsi come parlamentare, presidente della commissione per l'Infanzia e l'Adolescenza, la suora che vigilava l'ingresso non ne voleva sapere. La nipote del duce non s'è persa d'animo, ha chiamato prima il Questore di Padova e poi il ministro degli Interni, Annamaria Cancellieri. "Vuol sapere cosa mi ha risposto? - ha chiesto la Mussolini alla D'Urso - Io in questa storia non ci voglio entrare. Parli con Paola Severino (ministro della Giustizia). Un ministro - tuona - che nega una prerogativa a un parlamentare". La perseveranza, però, ha pagato: dopo un'ora e mezzo di insistenze, la Mussolini è riuscita a far valere le proprie ragioni, ed ha incontrato Leonardo.

L'incontro - Cosa rimane della visita della parlamentare al bambino? Le valutazioni personali della Mussolini, che parla del bimbo come se fosse la zia. "L'ho trovato provato. Un po' pallido. Dice che gli fa male la schiena - ha raccontato a favore delle telecamere di Pomeriggio 5 - Altro non posso rivelare. Ma mi sono presentata come una volontaria, Ale. Evita gli adulti, vuole tornare dalla mamma e giocare coi bambini".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • susyna

    18 Ottobre 2012 - 09:09

    ammiro la mussolini per il suo interessamento su questa faccenda almeno uno dei parlamentari fa qualcosa per questo povero bambino azz!!

    Report

    Rispondi

  • susyna

    18 Ottobre 2012 - 09:09

    ammiro la mussolini per il suo interessamento su questa faccenda almeno uno dei parlamentari fa qualcosa per questo povero bambino azz!!

    Report

    Rispondi

  • albertone_73

    16 Ottobre 2012 - 02:02

    A pensar male si fa peccato ma... ...se in fondo non e' dignitoso per una carica istituzionale andare all'isola dei famosi, il sospetto che uesta possa apparire come una alternativa sostenibile non e' un'idea poi cosi' peregrina. Magra figura, non solo per quella prodotta ina autonomia dalla Mussolini, ma anche per come si stanno ora scoprendo gli altarini. Chissa': se la faccenda si dovesse trasformare per gli attori che si sono data cosi' tanta pena per inscenare questo teatrino in un clamoroso autogol, la Mussolini potrebbe rivalutare l'idea dell'isola dei famosi, ammesso che prima o poi la rifacciano.

    Report

    Rispondi

  • tuccir

    15 Ottobre 2012 - 20:08

    La Mussolini è l'ultima che può far del bene in una situazione come questa. Non per niente si è schierata dalla parte sbagliata, facendo il gioco della madre e dei suoi parenti che avevano preparato la sceneggiata. Ma in fondo la Mussolini è un soggetto da sceneggiata, sceneggiata napoletana.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog