Cerca

Farmaco a rischio

Vaccini pericolosi per la salute
Ritirate due milioni di dosi

Riscontrati potenziali rischi negli anti-influenzali della Crucell

Ora le altre case farmaceutiche hanno aumentato la produzione dei loro vaccini per sopperire al "buco" che si è creato
Vaccini pericolosi per la salute
Ritirate due milioni di dosi

Ritirate 2,3 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale in tutta Italia. La decisione è stata presa dal ministero della Salute dopo la segnalazione della azienda farmaceutica Crucell che ha riscontrato in alcuni test potenziali pericoli per la salute in due lotti del suo farmaco, portando così alla decisione di ritirare l’intera produzione. L'azienda è la quinta in Italia per produzione di vaccini contro l’influenza, e copre circa il 10 per cento dell’intero fabbisogno, che ammonta a 10-12 milioni di dosi totali.  "I vaccini - ha sottolineato il ministro della Salute Renato Balduzzi a Tgcom 24 - prima di essere immessi in commercio, sono sottoposti a controllo. In questo caso c'erano stati solo accordi di fornitura che sono stati bloccati per il mancato superamento del controllo di qualità aziendale. Nessuno di questi vaccini è stato immesso in commercio. Non c'è alcun problema né di sicurezza né di quantità degli approvvigionamenti".

In sostituzione - Le altre aziende farmaceutiche, tutte ben più grandi della stessa Crucell, si sono già attivate per colmare il "buco" lasciato dal ritiro di questo milione di dosi: una in particolare già in nottata ha assicurato da sola la fornitura di ulteriori 250.000 dosi di vaccino. Già nelle prossime ore, al massimo entro qualche giorno, si conta di colmare completamente la perdita, tornando alla cifra ottimale di dieci milioni di dosi disponibili, e causando quindi un rallentamento minimo nella fornitura di vaccini ad Asl e farmacie. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    18 Ottobre 2012 - 00:12

    e allora? io in 71 anni ho fatto solo3 influenze, senza vaccini; comunque il prof. Sabin (quello del vaccino antipolio) lasciò detto "“abbiamo vaccinato tanta gente da più di 40 anni e, secondo me, i vaccini non hanno assolutamente funzionato”. Negli Stati Uniti, come anche altrove, dal 1970 in poi vi è stata una costante diminuzione del tasso di mortalità per polmonite e altre complicanze, ma questo non è dovuto a nessun vaccino in particolare, ma alla migliore assistenza verso i meno abbienti... ecc"

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    17 Ottobre 2012 - 16:04

    contro l'influenza , sono secoli che uso il vaccino , e vi garantisco che aiuta molto , in particolare quando lavori in luoghi dove chi ha un raffreddore di quelli tosti , non prende nemmeno l'aspirina . fanno 2 milioni di vaccini ed improvvisamente si accorgono che forse non vanno bene . ma vah|||||||la società non era gradita a monti o al ministro della salute con la faccia da morto in piedi ? certe balle raccontatele a quelli del pd, grazie

    Report

    Rispondi

  • carlag

    17 Ottobre 2012 - 16:04

    indipendentemente da questo caso, i vaccini sono comunque pericolosi per la salute e lo sanno tutti. Se continuiamo a inibire il nostro sistema immunitario, macchina potentissima, lui ci uccidera' con le malattie autoimmuni. Io ne so qualcosa.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    17 Ottobre 2012 - 15:03

    Visto?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog