Cerca

Napolitano ricorda Aldo Moro

Corone di fiori in via Caetani

Napolitano ricorda Aldo Moro
Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano ha reso stamani omaggio ad Aldo Moro, nel 31esimo anniversario della sua morte. Il capo del Quirinale ha deposto una corona di fiori in via Caetani a Roma, davanti alla lapide che ricorda il sacrificio dell'ex leader della Democrazia cristiana, rapito e poi ucciso dalle Brigate rosse il 9 maggio 1978. E nel corso della mattinata hanno deposto ucorone di fiori anche il ministro della Giustizia Angelino Alfano, il presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, il vicepresidente della Provincia di Roma, Cecilia D'Elia. Presenti inoltre, tra gli altri, l'assessore all'Istruzione della Regione Lazio, Silvia Costa, il parlamentare e segretario regionale dell'Udc, Luciano Ciocchetti, il comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri Vittorio Tomasone. "Ricordiamo Aldo Moro per due motivi fondamentali", ha sottolineato Gianni Alemanno: "Il primo per la figura: Aldo Moro è stato uno dei grandi della prima Repubblica. Uno degli statisti con la maggiore visione politica e sociale, e al di là delle polemiche sulle sue scelte particolari, sicuramente resta uno dei più grandi statisti della prima Repubblica. E lo ricordiamo anche per quel momento storico: l'omicidio di Moro rappresenta il culmine dell'attacco terroristico al cuore dello Stato. Dobbiamo ricordarlo sempre perche' la minaccia terroristica si puo' manifestare anche in altre forme e nel presente. Dalla morte di Aldo Moro scatto' quella reazione repubblicana che permise di sconfiggere il terrorismo".
"Aldo Moro - ha detto il vice presidente della Provincia di Roma, Cecilia D'Elia - pagò con la vita il suo essere uno e di grandi costruttori della democrazia moderna. Il terrorismo tentò di spezzare quella pratica della politica e del dialogo solidale che Moro stava innestando nella cultura e nella nostra società e intorno alla quale il grande statista stava costruendo un progetto di rinnovamento".




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog