Cerca

Casta atesina

Feste e voli aerei
C'è un Fiorito
pure a Bolzano?

Inchiesta sull'utilizzo di un fondo riservato da 72mila euro da parte di Luis Durnwalder, presidente della Provincia autonoma

Feste e voli aerei
C'è un Fiorito
pure a Bolzano?

Biglietti aerei, feste, contributi per i libri. Anche la  virtuosa provincia autonoma di Bolzano finisce sotto la lente della magistratura. E così l’inossidabile presidente della giunta provinciale dell’Alto Adige, Luis Durnwalder, da ieri è indagato per peculato. Il fascicolo è stato aperto presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Bolzano dove il nome del governatore altoatesino è iscritto sul registro degli indagati. La documentazione è stata acquisita a seguito delle due inchieste, aperte la settimana scorsa, dalla Corte dei Conti. Al vaglio l’impiego del fondo personale riservato a Durnwalder di 72mila euro annui che percepiva fin dal 1994.

Leggi l'articolo integrale di Antonio Castro su Libero in edicola oggi 24  ottobre

bolzano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plaunad

    01 Novembre 2012 - 12:12

    Non me ne frega niente di quanto spende Durnwalder. L'importante é che la Provincia (e la Regione) siano governate bene, e lo sono, lo posso assicurare per averci vissuto per 15 anni.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    25 Ottobre 2012 - 15:03

    Ma testone, questo conferma proprio ciò che affermo, cioè che le procure del sud tacciono omertose (non tutte e non sempre comunque)perchè di mezzo ci sono caterve di parenti, amici, conoscenti ecc. e forse anche mafiosi di cui hanno una fifa fottuta..quindi..

    Report

    Rispondi

  • VFeltri

    24 Ottobre 2012 - 18:06

    L’iscrizione sul registro degli indagati, come è stato precisato dalla procura, è un atto dovuto in seguito alla segnalazione fatta dal procuratore della Corte dei Conti, Robert Schuelmer. Certamente il sig. Schuelmer è di napoli o dintorni, vero? ma va va va va

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    24 Ottobre 2012 - 14:02

    Dici bene, ma vuoi che vadano a frugare in casa loro ? Se la maggior parte dei magistrati proviene da quelle zone..poi sono costretti ad indagare parenti ed amici..anche con grande rischio personale aggiungo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog