Cerca

Toghe abruzzesi

Sfilate, triathlon, autogol
Ecco i giudici castiga-scienziati

Ritratto del giudice e dei pm che hanno condannato a 6 anni i membri della commissione grandi rischi per il sisma de L'Aquila
Sfilate, triathlon, autogol
Ecco i giudici castiga-scienziati

Con la sentenza di primo grado dell’altroieri a L'Aquila, giunta in tempi record per gli standard del nostro Paese (due anni e mezzo, dal 3 giugno 2010, data dei sette avvisi di garanzia ai componenti della Commissione Grandi Rischi).  i loro nomi hanno fatto il giro del mondo. Da Al Jazeera English allo Spiegel, da El País al Telegraph. Anche se fin dall’inizio non sono certo mancate critiche e polemiche (tra le prove sono stati accettati, tanto per fare un esempio, alcuni spezzoni del film Draquila di Sabina Guzzanti...). Ma chi sono il giudice unico del Tribunale dell’Aquila Marco Billi e i pm Fabio Picuti e Roberta D’Avolio? Difficile tracciare un ritratto del 43enne napoletano Billi, visto che nel capoluogo abruzzese, dove è stato trasferito da Teramo a fine 2009, è un pendolare: arriva, lavora e subito riparte, senza dare confidenza a nessuno. Chi lo frequenta per motivi professionali lo descrive come un lupo solitario, dal carattere schivo, poco incline a dare confidenza, pronto appena può a scaricare la tensione con il triathlon (nuoto, ciclismo e corsa).

Leggi l'articolo integrale di Miska Ruggeri su Libero in edicola oggi 24 ottobre

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    25 Ottobre 2012 - 02:02

    Qui siamo oltre il ridicolo, cosa avrebbero dovuto dire? Siccome il terremoto non si sa se può colpire o no, se oggi o domani o fra trenta anni statevene tutti fuori casa, anzi, blocchiamo una città intera, anzi poichè non sappiamo dove colpirà, fermiamo una regione intera. Però, il terremoto potrebbe colpire l'Emilia, o le Marche o il Friuli, o l'Irpinia, oggi o domani o fra trenta anni, statevene tutti fuori casa e blocchiamo l'Italia intera. Tanto prima o poi un terremoto ci sarà. Ma che c...o di ragionamenti sono e che centra, per l'ennesima volta Berlusca e questa stucchevole ridicola polemica. Può essere che in questo paese di Puffi anche un terremoto diventa terreno di scontro politico? Tutto questo è più che ridicolo, all'estero ci ridono in faccia. E ditemi, ma i periti della Corte chi erano? Se i più grandi esperti di sismologia erano sotto processo, chi è stato scelto come perito della Corte, Topolino? E basta co sta storia patetica il terremoto non è di destra o sinistra.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    24 Ottobre 2012 - 17:05

    siccome il terremoto ha colpito un'intera città,con tutto ciò che vi era presente,tribunale compreso,la cosa più logica da fare era di lasciar giudicare la cosa ad un altro tribunale,magari quello competente per i casi riguardanti i giudici dell'aquila!indubbiamente i giudici aditi,"siamo tutti aquilani",hanno dimostrato di non avere la serenità per giudicare!

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    24 Ottobre 2012 - 17:05

    nella smania anticav hai smarrito il soggetto!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    24 Ottobre 2012 - 17:05

    Io non abito molto distante da te e guarda caso, ho lavorato proprio nel campo delle costruzioni, quindi parlo con cognizione di causa. Ti ripeto che quando succede che va in rovina una casa o un ponte o che cavolo di costruzione vuoi tu, i primi ad andare sotto processo sono il progettista, il direttore dei lavori e il costruttore, stai ben tranquillo che è così, mentre per i magistrati se sbagliano e sbagliano molto spesso purtroppo, per incapacità o svogliatezza, nulla succede, anzi avranno il loro bravo avanzamento di carriera automatico. Tornando al terremoto, anche nelle valli piacentine è da tempo che si verificano scosse più o meno forti, cosa facciamo ? Facciamo sgomberare tutta la popolazione e li mandiamo al mare aspettando l'evento? E poi anche il Friuli era considerata zona non a rischio perchè a memoria di secoli non si era mai verificato nulla; è forse stato processato Zamberletti per questo ? No è stato anzi processato perchè diede l'allarme in Garfagnana nel 1985. Bell

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog